7 settembre 2015 / 10:25 / 2 anni fa

Migranti, continua flusso in Germania, Merkel preme per soluzione Ue

BERLINO/MONACO (Reuters) - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha ringraziato oggi chi ha contribuito a gestire il flusso di migranti arrivati nel fine settimana, ma ha sottolineato che è urgente una risposta europea alla crisi dei rifugiati.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel. REUTERS/Fabrizio Bensch

Ad una conferenza stampa insieme al suo vice Sigmar Gabriel, Merkel ha sottolineato che il peso non dovrebbe ricadere sulle spalle di pochi paesi e ha fatto pressione affinché si arrivi ad una soluzione a livello europeo.

Fonti di Palazzo Chigi riferiscono che stamani c‘è stato un colloquio telefonico tra Merkel e il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che ha espresso “grande apprezzamento” per le posizione tedesche e per quelle espresse da alcuni paesi europei in questi giorni sul fenomeno migratorio.

“Un cambio di segno e di passo significativo rispetto a soli pochi mesi fa e del quale l‘Italia non può che essere felice e orgogliosa”, ha commentato Renzi.

Una fonte europea ha riferito che l‘esecutivo Ue proporrà mercoledì una nuova serie di quote nazionali in base alle quali la Germania si farà carico di 40.000 e la Francia di 30.000 dei 160.000 richiedenti asilo che sono in fase di trasferimento da Italia, Grecia e Ungheria.

Intanto sono attesi in Germania altre migliaia di rifugiati, dopo i 20.000 arrivati nei giorni scorsi.

Christoph Hillenbrand, alto funzionario in Baviera, dove i migranti sono arrivati in treno dall‘Ungheria, ha detto ai giornalisti che circa 2.500 nuovi richiedenti asilo dovrebbero arrivare in Germania nel primo pomeriggio.

“Abbiamo raggiunto un volume che è già considerevole”, ha detto Hillenbrand stamani alla stazione di Monaco. “Faremo ancora del nostro meglio per creare nuovi posti ma siamo al limite”.

Il funzionario ha spiegato che sono disponibili autobus per portare fino a mille persone verso le città del nord come Dortmund e Amburgo.

La Germania ha detto di aspettarsi che 800.000 persone chiedano asilo quest‘anno, molto più che qualsiasi altro paese Ue e circa quattro volte di più dello scorso anno.

Merkel è stata lodata dai gruppi per i diritti umani per la sua decisione - in risposta alla crescente crisi umanitaria in Ungheria - di ignorare temporaneamente le regole europee secondo cui i migranti devono chiedere asilo nel primo stato Ue in cui arrivano.

Nel fine settimana ci sono però stati segni di dissenso nell‘ala conservatrice sulla gestione della crisi.

“Non c‘è una società che possa gestire una cosa del genere”, ha detto il premier della Baviera e leader del Csu Horst Seehofer. “Il governo federale qui ha bisogno di un piano”.

In un incontro con i leader del governo di coalizione ieri sera, è stato deciso che fondi per 6 miliardi di euro saranno destinati alla gestione di migranti e rifugiati.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below