24 agosto 2015 / 07:49 / 2 anni fa

Borsa Europa, bruciati in agosto oltre 1.000 miliardi per timori sulla Cina

LONDRA (Reuters) - Azionario in picchiata in avvio di settimana, con le Borse europee che hanno bruciato oltre mille miliardi di euro da inizio agosto per i timori del rallentamento dell‘economia cinese, con l‘indice delle blue chip continentale che ha toccato il minimo da sette mesi e si avvia ad archiviare la peggiore seduta dal 2008.

(Blank Headline Received)

Alle 11,15 italiane l‘indice FTSEurofirst 300 lascia sul terreno il 2,88% portando il rosso del solo mese di agosto a -12%. L‘Euro STOXX 50 perde il 2,4%.

Tra le singole piazze, Londra perde il 2,4%, Francoforte segna -2,5% e Parigi -2,4%.

Lo STOXX 600 Basic Resources, che include principalmente i minerari, e l‘indice del settore oil & gas sono in ribasso rispettivamente del 5,5% e del 3,2%, dopo che le commodity hanno toccato minimi pluriannuali sulla debolezza della Cina, il principale consumatore mondiale di metalli.

In caduta anche il settore finanziario con lo STOXX Europe 600 Financial Services in calo del 3,6%.

“Siamo nel mezzo di un vero e proprio allarme sulla crescita... e la Cina è l‘epicentro”, ha detto lo strategists di JP Morgan Cazenove in una nota.

Cali generalizzati su tutti i titoli dell‘indice FTSEurofirst 300. Tra i peggiori Anglo American, Glencore e BHP Billiton, evidenziati da Societe Generale in un paniere di titoli esposti alla Cina.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italianoLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below