20 agosto 2015 / 09:49 / 2 anni fa

Sud Corea spara contro il Nord in risposta a razzo

SEOUL (Reuters) - La Corea del Sud ha sparato decine di colpi di artiglieria contro il Nord dopo che quest‘ultimo ha lanciato un razzo verso un altoparlante sudcoreano che stava trasmettendo programmi anti-Pyongyang. Lo ha riferito il ministero della Difesa di Seoul.

La Corea del Nord non ha immediatamente risposto ai colpi sparati dal Sud.

Seoul ha spiegato di aver individuato la traiettoria di un presunto razzo nordcoreano lanciato intorno alle 8,50 ora italiana, che non sembra aver danneggiato l‘altoparlante o provocato feriti.

“Il nostro esercito ha incrementato il monitoraggio e sta osservando attentamente i movimenti militari nordcoreani”, ha spiegato il ministero sudcoreano in una nota.

L‘esercito ha alzato lo stato di allerta al massimo livello.

Il presunto missile nordcoreano è atterrato in una zona a circa 60 km a nord di Seoul, nella parte occidentale della zona di confine, ha aggiunto il ministero. L‘area è stata evacuata.

L‘ufficio di presidenza del Sud ha detto di aver convocato una riunione del consiglio di sicurezza nazionale.

L‘episodio è il primo tra le due Coree dallo scorso ottobre, quando i soldati nordcoreani approcciarono il confine e non si ritirarono fino a che i sudcoreani non spararono colpi di ammonimento. Ne scaturì una sparatoria che durò circa 10 minuti ma che non provocò vittime.

La tensione tra le due Coree è salita all‘inizio del mese con l‘esplosione di alcune mine nella zona demilitarizzata al confine, che ha ferito due soldati sudcoreani.

Seoul ha accusato la Corea del Nord dell‘accaduto, cosa che Pyongyang nega.

Seoul ha poi iniziato una propaganda anti-nord Corea dagli altoparlanti al confine, riprendendo una tattica che entrambe le parti avevano smesso nel 2004.

Sabato scorso, Pyongyang ha chiesto a Seoul di interrompere le trasmissioni, pena il rischio di un‘azione militare, e da lunedì ha iniziato a trasmettere la propria propaganda.

Le due Coree sono tecnicamente in stato di guerra dal conflitto del 1950-1953, che è terminato con una tregua, non con un trattato di pace.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below