17 agosto 2015 / 10:50 / tra 2 anni

Ferragosto, bene rispetto 2014 ma lontani livelli 2007

ROMA (Reuters) - Il Ferragosto 2015 ha segnato rispetto allo scorso anno un netto aumento degli afflussi di vacanzieri nelle località balneari, dove si è registrato un boom di presenze, ma sono ancora lontani i livelli del 2007, ultimo anno prima della crisi.

Ferragosto, Confesercenti: bene rispetto 2014 ma lontani livelli 2007 REUTERS/Alessandro Bianchi

E’ quanto rileva uno studio effettuato da Swg per la Confesercenti, studio che non fornisce però dati di raffronto sul 2014 ma solo sul 2007.

Intanto il ministro Enrico Franceschini, commentando dati di Federturismo che parlano di un +10% dell‘intero settore sullo scorso anno, parla di “estate da record”.

Rispetto al 2007, secondo Swg, quest‘anno si è ridotta sia la durata media delle vacanze (-6 giorni) sia il budget previsto per persona (-94 euro). Nel 2015 la durata delle ferie si è attestata ad 11 giorni (da 17 nel 2007): in particolare, si sono dimezzate le vacanze di durata superiore ad un mese (dall‘8 al 4%) mentre sono aumentate quelle inferiori alla settimana, salite dal 32 al 41%.

A crescere sono soprattutto le mini-vacanze ed i weekend: quest’anno il 17% dei vacanzieri ha preventivato una spesa intorno ai 250 per persona, più del doppio della quota di italiani dal budget minimo registrata nel 2007 (8%). In media, quest’estate i viaggiatori hanno previsto una spesa di 840 euro per persona.

Nonostante il recupero sullo scorso anno, nel 2015 è ancora in discesa rispetto al 2007 anche il numero di connazionali che ha pianificato una vacanza: sono stati 31,8 milioni, 1,3 milioni in meno rispetto a prima della crisi. E se nel periodo antecedente alla recessione solo 1 su 3 tra le persone che hanno scelto di trascorrere l‘estate in casa lo ha fatto per questioni economiche, ora la percentuale è salita al 51%.

Secondo la nota del ministero invece “tutte le rilevazioni delle associazioni di categoria stanno evidenziando il dato positivo di questi mesi. I buoni andamenti dei flussi dall‘estero e il recupero della domanda italiana sono la caratteristica di questo 2015”.

Pur nelle diversità regionali, i dati mostrano un aumento delle presenze su tutto il territorio: gli italiani sono tornati a viaggiare (+8,6% fonte Federalberghi) e gli stranieri hanno aumentato i pernottamenti nelle strutture alberghiere (+2,5%) e extra alberghiere per una crescita di circa il 20% del giro d‘affari dell‘economia turistica. Un aumento complessivo del settore stimata in +10% (Federturismo) che vede rafforzato il ruolo del Mezzogiorno.

Per la prima volta dal 2010 tornano a crescere anche i nuovi esercizi con aumenti di circa il 3% degli alberghi e dei ristoranti (dati Confesercenti).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below