November 5, 2019 / 11:26 AM / a month ago

Intervista: Italia renderà obbligatorio studio cambiamenti climatici a scuola - Fioramonti

ROMA (Reuters) - L’Italia cambierà il proprio programma scolastico dal prossimo anno per rendere obbligatorio lo studio dei cambiamenti climatici e dello sviluppo sostenibile, ha detto il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti.

Il ministro dell'educazione Lorenzo Fioramonti . REUTERS/Remo Casilli

Fioramonti, del Movimento 5 Stelle, è il ministro più ‘green’ del governo e nei mesi scorsi è stato criticato dall’opposizione per aver incoraggiato gli studenti a saltare la scuola per manifestare per il clima.

In un’intervista con Reuters, Fioramonti ha detto che dal prossimo settembre tutte le scuole pubbliche dedicheranno 33 ore all’anno, quasi un’ora a settimana, a studiare i problemi legati al cambiamento climatico.

Inoltre, molte materie tradizionali, come geografia, matematica e fisica, saranno studiate in una nuova prospettiva legata allo sviluppo sostenibile, ha detto il ministro, ex professore di Economia all’Università di Pretoria, in Sudafrica.

“L’intero ministero sta cambiando per fare della sostenibilità e del clima il centro del modello educativo”, ha detto. “Voglio fare del sistema educativo italiano il primo che pone l’ambiente e la società al centro di ciò che impariamo”.

Fioramonti, 42 anni, autore di diversi libri che sostengono che il Pil non dovrebbe più essere usato come misura principale del successo economico dei Paesi, è stato bersaglio dell’opposizione di destra da quando è diventato ministro del governo M5s-Pd.

Le sue proposte di nuove tasse sui biglietti aerei, la plastica e gli alimenti zuccherati per raccogliere fondi per l’istruzione sono state fortemente attaccate da chi sostiene che gli italiani paghino già troppe tasse.

Fioramonti ha poi scatenato molte critiche quando ha proposto di rimuovere i crocifissi dalle aule italiane per creare un ambiente più inclusivo per i non cristiani.

La manovra per il 2020 del governo presentata al Parlamento questa settimana include sia la tassa sulla plastica che quella sulle bevande zuccherate.

“Sono stato ridicolizzato da tutti e trattato come lo scemo del villaggio e ora, pochi mesi dopo, il governo sta usando due di queste proposte e mi sembra che sempre più persone siano convinte che sia la strada da percorrere”, ha detto Fioramonti.

ANTI-SALVINI

Secondo i sondaggi, il 70-80% degli italiani è favorevole a tassare voli e zucchero, ha detto Fioramonti, annunciando l’arrivo di emendamenti alla manovra per introdurre una tassa sui voli.

Il ministro ha spiegato che imposte di questo genere puntano a scoraggiare consumi nocivi all’ambiente o alle persone, e generano risorse che si possono destinare alle scuole, alle politiche sociali o a tagliare le tasse sui redditi.

Lo stesso intento, ha aggiunto Fioramonti, potrebbero avere tasse su vari tipi di gioco d’azzardo e sui profitti derivanti dalle trivellazioni petrolifere.

Le sue posizioni progressiste sull’economia e sull’ambiente sono antitetiche a quelle della Lega di Matteo Salvini, che ha superato i 5 Stelle diventando il primo partito d’Italia con oltre il 30% del consenso degli elettori.

Fioramonti ha detto che il nuovo governo, che ha avuto un inizio traballante con settimane di litigi sulla legge di bilancio, “durerà solo se sarà coraggioso”.

“Voglio rappresentare l’Italia che si oppone a tutto ciò che Salvini esprime”, ha detto Fioramonti. “Dobbiamo costruire una narrazione diversa e non aver paura di dire qualcosa che a Salvini potrebbe non piacere, perché è per questo che esistiamo”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below