October 31, 2019 / 4:56 PM / 13 days ago

Peugeot porta una ricca dote per conquistare la mano di Fiat

I loghi di Peugeot e Fiat. REUTERS/Regis Duvignau

MILANO (Reuters Breakingviews) - Il matrimonio di Peugeot con Fiat Chrysler ha un prezzo molto alto. Dopo che la casa automobilistica italo-americana ha ripetutamente snobbato le sue aggressive avance, l’amministratore delegato di Peugeot Carlos Tavares ha offerto un’allettante dote per suggellare l’unione. Ciò riflette la necessità del gruppo francese di nuove sfide e la volontà del presidente Fiat John Elkann di cercare altri partner.

Sebbene le due società abbiano dichiarato oggi di lavorare per una fusione alla pari, Peugeot è il partner maggiore. Il suo valore di mercato martedì, prima che trapelasse la notizia sugli ultimi colloqui, era poco superiore a 22 miliardi di euro. Sottraendo la quota del 46% che detiene nel produttore di componenti Faurecia, che Peugeot sta distribuendo agli azionisti, la società contribuirà con un capitale di circa 20 miliardi di euro.

La quota di Fiat è inferiore. Il suo valore di mercato iniziale, poco sopra i 18 miliardi di euro, si ridurrà a meno di 13 miliardi di euro dopo la distribuzione di un dividendo straordinario di 5,5 miliardi di euro agli azionisti e la propria partecipazione in Comau, per un valore stimato di 250 milioni di euro.

Dare ad entrambi i gruppi di azionisti una partecipazione paritetica nel nuovo gruppo suggerisce che Peugeot sta trasferendo più di 3 miliardi di euro di valore alla Fiat, secondo i calcoli di Breakingviews. Giudizio condiviso dagli investitori, che oggi hanno abbassato del 12% il valore di mercato di Peugeot, mentre le azioni Fiat sono salite del 9%.

Lo squilibrio riflette in modo perverso l’incredibile lavoro che Tavares ha svolto in Peugeot. Mentre Fiat sta lottando per fare profitti in Europa, il suo rivale francese guadagnerà un margine operativo del 7% l’anno prossimo, secondo le stime di Refinitiv. Ma è anche difficile per Peugeot fare meglio nel difficile mercato europeo.

Fiat offre a Tavares una nuova strada. Contribuisce con il forte marchio Jeep e un business nordamericano altamente redditizio. La coppia sarà in una posizione di vantaggio nel gestire le future rivoluzioni tecnologiche dell’industria automobilistica, come previsto da Sergio Marchionne, defunto amministratore delegato di Fiat.

Soprattutto, le sovrapposizioni in Europa consentiranno alle due aziende di risparmiare su piattaforme e costi di sviluppo. Fiat e Peugeot prevedono sinergie annuali di 3,7 miliardi di euro. Dopo aver dedotto il 25% di tasse e costi di ristrutturazione una tantum, questi risparmi ammontano oggi a circa 25 miliardi di euro, che corrisponde quasi al valore totale delle due società prima dell’accordo. Per Tavares vale la pena pagare un premio per sbloccare quel valore.

Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48 587785176

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below