October 18, 2019 / 11:47 AM / a month ago

Attesi in migliaia Barcellona per quinto giorno proteste in Catalogna

BARCELLONA (Reuters) - Centinaia di migliaia di persone stanno confluendo a Barcellona nel quinto giorno di proteste contro l’incarcerazione di nove leader separatisti catalani legata al fallito tentativo di ottenere l’indipendenza dalla Spagna nel 2017.

Un manifestante catalano indossa la bandiera separatista davanti alla Basilica della Sagrada Familia a Barcellona. REUTERS/Albert Gea

I manifestanti sventolano bandiere indipendentiste e ripetono lo slogan “libertà per i prigionieri politici”.

Le tensioni tra Madrid e la Catalogna sono aumentate lunedì, quando la Corte suprema spagnola ha condannato a 13 anni di detenzione nove politici ed attivisti, scatenando violente proteste, con scontri tra dimostranti e polizia.

La federazione calcistica spagnola (Rfef) ha deciso di rinviare il match del 26 ottobre tra il Barcellona e il Real Madrid, previsto nella capitale catalana, per problemi di sicurezza.

Importanti arterie stradali in tutta la Catalogna e a Barcellona sono state bloccate o chiuse al traffico in vista dei cortei. I treni regionali e le linee metropolitane della città stanno operando su fasce orarie limitate, dopo lo sciopero indetto dai sindacati che sostengono la causa indipendentista.

L’aeroporto di Barcellona El Prat sta operando abbastanza normalmente, secondo il ministero dei lavori pubblici spagnolo, sebbene circa 150 voli siano stati cancellati questa settimana. Circa 36 voli operati da Vueling sono stati cancellati oggi a causa dello sciopero, ha twittato la compagnia aerea low-cost spagnola controllata da IAG.

Secondo il comune di Barcellona stima che la città abbia subito danni per più di 1,5 milioni di euro dall’inizio delle proteste.

Secondo la polizia regionale, 16 persone sono state arrestate in Catalogna ieri.

La casa automobilistica Seat, parte del gruppo Volkswagen AG, ha riferito di aver interrotto la produzione allo stabilimento di Martorell, vicino a Barcellona, da giovedì fino a sabato.

I leader indipendentisti hanno sostenuto nel 2017 un referendum per l’indipendenza, nonostante fosse stato dichiarato illegale dai tribunali spagnoli.

L’ex-presidente catalano Carles Puidgemont, fuggito in Belgio dopo il fallimento del tentativo separatista, ha detto oggi che le autorità belghe gli hanno concesso la libertà senza cauzione nonostante la Corte suprema spagnola abbia emesso un mandato d’arresto europeo nei suoi confronti.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below