October 17, 2019 / 1:50 PM / a month ago

Brexit, Johnson trova accordo con Ue, ora lo aspetta sfida a Westminster

BRUXELLES (Reuters) - La Gran Bretagna ha raggiunto in extremis un accordo sulla Brexit con l’Unione europea, a più di tre anni dal referendum che ha sancito la volontà dei britannici di lasciare il blocco dei 28, ma l’intesa deve essere votata dal Parlamento di Londra.

Il primo ministro britannico Boris Johnson durante la conferenza stampa con il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker a Bruxelles. REUTERS/Francois Lenoir

“Quando c’è la volontà si trova un accordo, e ne abbiamo uno. È un accordo giusto e bilanciato per la Ue ed il Regno Unito, ed è la prova del nostro impegno a trovare delle soluzioni”, ha twittato il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker a poche ore dal Consiglio Ue di Bruxelles.

Il capo uscente dell’esecutivo Ue ha raccomandato agli stati membri di approvare l’accordo.

“Credo sia giunto il momento di completare il processo di uscita dalla Ue e di andare avanti, il più rapidamente possibile, con i negoziati sulla partnership futura con la Gran Bretagna”, ha scritto Juncker in una lettera.

“Abbiamo un grande nuovo accordo per la Brexit”, ha commentato il primo ministro britannico, Boris Johnson.

Johnson spera che Westminster ratifichi l’accordo in una seduta straordinaria che si terrà sabato, consentendo la Brexit il 31 ottobre.

Il partito nordirlandese Dup i cui voti servono a Johnson per la ratifica, si rifiuta di sostenere l’accordo.

Il leader laburista Jeremy Corbyn, a capo del maggior partito d’opposizione, ha detto di essere “scontento” e che voterà contro. Parlamentari laburisti riferiscono di aver ricevuto direttive per sostenere sabato un nuovo referendum.

STERLINA IN RIALZO

La sterlina ha reagito alla notizia dell’accordo guadagnando fino all’1% e i titoli britannici sono in spolvero.

I negoziatori hanno lavorato freneticamente questa settimana per trovare un compromesso sul punto di confine con l’Irlanda, questione più spinosa della Brexit, contrattando su ogni passaggio, dai controlli doganali alla questione del via libera da parte dell’amministrazione dell’Ulster.

Il dilemma principale era come prevenire che il confine tra le due irlande diventasse un punto d’accesso illegale al mercato unico europeo, senza che venissero eretti controlli che potrebbero minare il Good Friday Agreement del 1998, che ha posto fine a decenni di conflitto nella provincia.

Con l’accordo raggiunto oggi, l’Irlanda del Nord resterà nella zona doganale britannica, ma verranno applicati dazi sulle merci trasferite dall’isola della Gran Bretagna all’Irlanda del Nord, qualora fossero dirette verso la Repubblica d’Irlanda o l’Unione europea.

“Allo stato attuale, non possiamo accettare le proposte sulla dogana ... e vi è anche poca chiarezza sull’Iva”, commentano i leader del Dup, Arlene Foster e Nigel Dodds.

“Continueremo a lavorare con il governo per cercare di trovare un accordo ragionevole per l’Irlanda del Nord e che preservi l’integrità economica e costituzionale del Regno Unito”.

Johnson non ha la maggioranza dei 650 seggi del Parlamento, e avrebbe bisogno almeno di 318 voti perché l’accordo venga ratificato sabato. Il Dup ha 10 voti.

QUESTIONE TORNA A GIUDIZIO DI WESTMINSTER

Il Parlamento britannico ha già rifiutato tre volte simili accordi raggiunti dal precedente primo ministro, Theresa May.

Johnson ha ottenuto l’incarico dopo aver promesso di rinegoziare l’accordo trovato dalla May, nonostante lo stia riproponendo in buona parte, con modifiche sulla questione del confine tra Irlanda del Nord e Repubblica d’Irlanda.

L’incertezza comporta che, a due settimane dal termine ultimo per l’uscita del Regno Unito dalla Ue, i possibili scenari spaziano da un’uscita regolare a una uscita disordinata o addirittura un nuovo referendum.

Johnson ha più volte detto che non chiederà una proroga, nonostante il Parlamento abbia approvato una legge che lo obbligherebbe a farlo se l’accordo non venisse ratificato entro sabato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below