October 10, 2019 / 3:48 PM / a month ago

Italia emetterà nuovi bond in valuta straniera nel 2020 - Iacovoni

ROMA (Reuters) - L’Italia punta ad emettere nel 2020 nuovi titoli in valuta straniera dopo il successo registrato ieri con la prima emissione in dollari da settembre 2010.

La bandiera italiana vista a Roma, Italia. REUTES/ Stefano Rellandini

Davide Iacovoni, responsabile del debito pubblico italiano, spiega in un’intervista a Reuters che il ministero dell’Economia ha allo studio nuovi titoli in dollari nel formato ‘Global bond’ e ‘private placement’ in yen e altre valute diverse dall’euro.

Il Tesoro ieri ha collocato 7 miliardi di dollari in tre tranche da 5, 10 e 30 anni, a fronte di una domanda complessiva superiore a 18 miliardi.

“È stato un successo oltre tutte le nostre aspettative”, ha detto Iacovoni.

Il titolo a 5 anni ha un rendimento lordo all’emissione del 2,435% in dollari. Le tranche a 10 e 30 anni hanno un rendimento rispettivamente di 2,981% e 4,022%.

Calcolando l’equivalente del tasso in euro, “andiamo a replicare i costi dei titoli in euro”, spiega il dirigente del Tesoro.

Con 400 miliardi di titoli da emettere quest’anno (Bot compresi), il Tesoro punta a diversificare la base di investitori al di là della zona euro, in un momento in cui i bassi tassi di interesse scoraggiano i risparmiatori e le banche sono sotto pressione per ridurre l’esposizione al debito sovrano.

“Il nostro obiettivo è avere una certa presenza sul mercato in dollari e riprendere il programma Global bond con una certa prevedibilità. Nel 2020 ci aspettiamo di poter tornare su questo mercato con nuovi titoli”.

Le emissioni a medio e lungo termine sono stimate in circa 240 miliardi quest’anno e il ministero ha già raccolto oltre l’80% del totale, dice Iacovoni.

È confermata l’emissione nel 2019 del nuovo Btp Italia, il titolo indicizzato all’inflazione per gli investitori retail.

“Si tornerà sulla scadenza a 8 anni. L’emissione sarà collocata in tre giorni, due per gli investitori retail e uno per gli istituzionali. La cedola finale viene fissata alla fine delle giornate dedicate al retail, per dare certezza agli investitori istituzionali”.

L’ultimo Btp Italia è stato emesso nel 2018 con durata 4 anni e scadenza novembre 2022.

Iacovoni conferma i contatti con alcune banche per aumentare il gruppo di primary dealer.

Il numero di specialisti è sceso dai 23 del 2008 ai 16 attuali dopo la recente uscita di Ing, ma Iacovoni non vede conseguenze negative per la gestione del debito pubblico.

“Il nostro è un gruppo solido che sta lavorando bene”, dice.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below