October 2, 2019 / 2:16 PM / 2 months ago

Brexit, Johnson presenta ultima proposta a Ue per uscire da stallo

MANCHESTER (Reuters) - Il primo ministro britannico Boris Johnson ha detto oggi che è ora di chiudere la questione Brexit, ribadendo l’intenzione di uscire dall’Unione europea il 31 ottobre a tutti i costi.

Il primo ministro britannico Boris Johnson mentre tiene il discorso di chiusura alla conferenza annuale del Partito conservatore a Manchester, in Gran Bretagna, 2 ottobre 2019. REUTERS/Henry Nicholls

“Ciò che l’intero mondo desidera è concludere la procedura con calma e buon senso e andare avanti. È per questo motivo che lasceremo l’Unione europea il 31 ottobre, costi quel che costi”, ha detto Johnson concludendo il congresso del partito conservatore.

Il capo del governo di Londra ha definito quella che consegnerà a Bruxelles una proposta “costruttiva e ragionevole, che offre un compromesso per ambo le parti”. Secondo i suoi alleati sarà un ultimo tentativo per tentare di superare l’impasse e trovare la via per un’uscita senza strappo.

“Non devono esservi dubbi sul fatto che l’alternativa è un ‘no deal’”, ha aggiunto Johnson, chiudendo la porta a un rinvio.

Johnson non ha dettagliato molto la sua proposta ma ha detto che non ci saranno controlli alla frontiera irlandese né nelle sue vicinanze. Ha inoltre sottolineato che Londra si atterrà all’accordo del Venerdì Santo del 1998 che aveva posto fine a trent’anni di conflitti nella regione.

Il Regno Unito “tutto” lascerà l’Unione europea, con Londra che continuerà a esercitare fin dall’inizio il controllo sulle politiche legate al commercio, ha detto.

Secondo indiscrezioni del Telegraph, invece, Johnson avrebbe voluto controlli doganali a distanza dal confine tra le due Irlande. Fonti a Bruxelles avevano definito tali ipotesi “sostanzialmente illusorie”.

Johnson ha detto che la Gran Bretagna “proteggerà le disposizioni regolamentari in vigore per agricoltori e altre attività in entrambi i lati della frontiera”, mentre Belfast lascerà il blocco insieme al resto del Regno Unito.

Il meccanismo del backstop, concordato dal precedente governo britannico con la Ue, serviva a impedire il ritorno a un confine interno tra l’Irlanda del Nord britannica e la Repubblica indipendente d’Irlanda, membro dell’Ue.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below