September 19, 2019 / 12:15 PM / 2 months ago

Borsa/Mts, Messina: meglio se in Italia, ma golden power non è priorità

Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo. REUTERS/Giorgio Perottino

TORINO (Reuters) - L’utilizzo della golden power da parte del governo italiano su Borsa Italiana e Mts per proteggerle da eventuali cambi di proprietà non è una priorità anche se in generale è meglio preservare l’italianità delle società strategiche del paese.

Lo ha detto Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo, azionista di Mts, la piattaforma di trading obbligazionario di Borsa Italiana, a sua volta controllata dal London Stock Exchange.

Nei giorni scorsi Lse è stata oggetto di una proposta di acquisto da 39 miliardi di dollari da parte di Hong Kong Exchange che il board ha respinto.

Il consiglio dei ministri dovrebbe esaminare oggi il decreto con cui allargare il raggio di azione della golden power per poterla utilizzare anche su Borsa Italiana e Mts.

“Credo che più riusciamo a mantenere le cose in Italia meglio è. Però francamente su queste grosse infrastrutture credo sia importante che poi alla fine diano il servizio giusto ai clienti”, ha detto Messina.

Sulla golden power, Messina non ritiene sia “un tema strategico né una priorità”.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below