7 dicembre 2017 / 11:32 / tra 7 giorni

Quantitative easing, per Moody's sono Portogallo e Irlanda i principali beneficiari

LONDRA (Reuters) - Il massiccio stimolo monetario messo in atto dalla Bce ha ridotto i rendimenti dei governativi della zona euro sul tratto a 10 anni tra 50 e 150 punti base, con il maggior impatto visto sui tassi di Irlanda e Portogallo.

Lo ha scritto in un report l‘agenzia di rating Moody‘s.

“L‘impatto degli acquisti Bce sui tassi dei governativi dei periferici dell‘area euro è stato di circa 50 punti base più ampio, in media, rispetto a quello sui Paesi ‘core’”, spiega Colin Ellis, managing director di Moody’s e co-autore del report.

Secondo Moody‘s, entro fine anno, il totale degli acquisti dei vari programmi di acquisto di asset di Francoforte raggiungerà i 2,300 miliardi di euro, circa un quinto del Pil nominale della zona euro.

La Bce ha lanciato il Qe nel 2015 per stimolare la crescita economica e l‘inflazione della zona.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below