10 novembre 2017 / 11:24 / 8 giorni fa

Carbone, nuova Sen fissa uscita al 2025, ma servono infrastrutture

ROMA (Reuters) - La nuova Strategia energetica nazionale, presentata ufficialmente oggi dal governo, prevede l‘uscita dell‘Italia dal carbone nel 2025 e un aumento dell‘uso di energia da fonti rinnovabili al 28% entro il 2030, con investimenti complessivi per 175 miliardi, ha annunciato oggi il governo.

Una campagna di Greenpeace per ridurre l'uso del carbone. REUTERS/Wolfgang Rattay

Ma per rendere possibile l‘abbandono anticipato del carbone, che costerà circa 3,8-4 miliardi di euro, occorre realizzare una serie di infrastrutture - gasdotti ed elettrodotti - che assicurino la sicurezza energetica.

Per questo, ha avvertito il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, occorre che “Regioni e Comuni” non facciano ricorsi contro le singole opere, perché altrimenti si mette a rischio “l‘obiettivo di decarbonizzare la produzione elettrica entro il 2025”.

Sarà un Dpcm a stabilire nel dettaglio la lista dettagliata delle infrastrutture strategiche, ha detto Calenda.

La fase di transizione, per rimpiazzare gli 8 gigawatt forniti oggi dal carbone, sarà assicurata soprattutto dal gas, ha spiegato Calenda. Attraverso la realizzazione di nuovi gasdotti (oltre a Tap e Eastmed, Calenda ha citato anche “un possibile Corridoio Sud nel caso in cui il NorthStream vada in porto, per non essere spiazzati”), l‘uso di aste e non più delle tariffe per i servizi di rigassificazione di Gnl, la revisione degli oneri di sistema per le imprese più “gasivore”.

INVESTIMENTI PER 175 MILIARDI

Complessivamente, la Sen pone l‘obiettivo di ridurre la dipendenza energetica dall‘estero (dal 76% al 64% nel 2030) e soprattutto le emissioni di anidride carbonica: rispetto al valore delle emissioni nel 1990, il target è -39% nel 2030 e -63% nel 2050.

Per farlo, gli investimenti previsti ammontano a 175 miliardi di euro: 110 per l‘efficienza energetica, 30 per reti e infrastrutture gas ed elettrico, 35 per le fonti rinnovabili.

Oltre ad abbandonare il carbone, l‘impegno della Sen è quello di ridurre di 13 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) i consumi primari di prodotti petroliferi entro il 2030, aumentare l‘efficienza energetica del 30% rispetto al dato tendenziale entro lo stesso anno e incrementare il ricorso alle fonti rinnovabili.

Per le rinnovabili, rilevato che l‘Italia ha già superato nel 2015 il target previsto per il 2020 (17%), la Sen pone l‘obiettivo generale di aumento al 28% sui consumi generali entro il 2030, così diviso: fonti rinnovabili elettriche al 55%, termiche al 30%, trasporti al 21%.

Il governo prevede anche, ha detto il ministro dell‘Ambiente Gian Luca Galletti, che nel 2030 circolino sulle strade italiane circa 5 milioni di auto elettriche.

Il documento specifica che fino al 2020 saranno promossi nuovi investimenti tramite incentivi sulla produzione, estendendo le aste competitive e anche adottando un approccio di neutralità tra tecnologie con costi simili e “facendo ricorso a regimi di aiuto differenziati per piccoli impianti e tecnologie innovative”.

Dopo il 2020, dice ancora il documento, “i meccanismi di supporto alle rinnovabili evolveranno verso la market parity”, passando da incentivi diretti sulla produzione a “politiche abilitanti e semplificazione regolatoria”.

E’ prevista anche la semplificazione dell‘iter di autorizzazione per il cosiddetto repowering per impianti eolici e idrici.

((Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224326, Reuters Messaging: massimiliano.digiorgio.thomsonreuters.com@

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below