10 novembre 2017 / 08:39 / 12 giorni fa

Cina alza limiti a proprietà straniera in società finanziarie

PECHINO (Reuters) - Il governo cinese comunica che aumenterà i limiti alla proprietà straniera delle società finanziarie domestiche, una passaggio atteso da tempo che garantisce maggiore accesso agli investitori stranieri al mercato dei servizi finanziari del gigante asiatico.

Il vice ministro delle Finanze cinese Zhu Guangyao. REUTERS/Jason Lee

La mossa, annunciata dal vice ministro delle Finanze, Zhu Guangyao, giunge il giorno dopo che il presidente Usa, Donald Trump, ha ribadito la richiesta di un maggiore accesso ai mercati cinesi nell‘incontro con il presidente della Cina, Xi Jinping.

I cambiamenti includono l‘aumento dei limiti alla proprietà straniera al 51% dall‘attuale 49% nelle jv attive sui mercati dei futures, dei titoli e dei fondi. Gli effetti entreranno in vigore immediatamente dopo l‘implementazione delle nuove regole specifiche, ha detto Zhu nella conferenza stampa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below