9 novembre 2017 / 18:18 / 12 giorni fa

Banche venete, Casini cancella faccia a faccia Bankitalia-Consob

ROMA (Reuters) - Il presidente della commissione d‘inchiesta sulle banche, Pier Ferdinando Casini, ha deciso di non procedere nel confronto all‘americana tra i dirigenti di Bankitalia e Consob che sono stati finora ascoltati separatamente per diverse ore.

“Non sono emerse discrepanze su fatti e circostanze ma valutazioni reciprocamente divergenti”, ha detto Casini al termine delle due singole audizioni iniziate stamani, spiegando che non ci sono le basi per andare avanti con il ‘faccia a faccia’.

Nella seduta odierna i parlamentari hanno ascoltato le testimonianze sotto giuramento di Carmelo Barbagallo, capo della vigilanza di Bankitalia, dopo quella di Angelo Apponi, direttore generale Consob, sull‘evoluzione della crisi di Veneto banca e Popolare di Vicenza.

L‘autorità che vigila sulla borsa ha sostenuto di non essere stata informata da Bankitalia sulle irregolarità con le quali i due istituti fissavano il prezzo delle azioni da cedere ai soci.

Bankitalia ha citato una lettera di fine 2013 in cui avvisava Consob che Veneto banca valutava le azioni in modo incoerente rispetto al contesto di crisi economica.

Barbagallo ha aggiunto che la vicenda delle due banche venete impone un ripensamento del protocollo che disciplina lo scambio di informazioni tra Bankitalia e Consob.

(Giuseppe Fonte) (Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia  

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below