8 novembre 2017 / 12:36 / tra 11 giorni

Ilva, per Calenda cordata potrebbe cambiare dopo giudizio Antitrust Ue

ROMA (Reuters) - Il ministero dello Sviluppo Economico sta valutando come sarà composta in modo definitivo la cordata proprietaria di Ilva dopo l‘eventuale intervento dell‘Antitrust europeo.

Un lavoratore Ilva durante una manifestazione a Genova il 27 novembre 2012. REUTERS/Alessandro Garofalo

Lo ha detto oggi il ministro Carlo Calenda a margine di un convegno di Confindustria.

Rispondendo a una domanda dei giornalisti se il Mise abbia chiesto a Cassa Depositi e Prestiti di entrare nel consorzio che si è aggiudicato Ilva e che fa capo ad ArcelorMittal, Calenda ha risposto: “Non abbiamo chiesto a Cdp, Cdp ovviamente prende le sue decisioni in maniera indipendente. Adesso stiamo valutando come sarà composta la cordata definitivamente dopo eventuali prescrizioni dell‘Antitrust (Ue)”.

Nei giorni scorsi Reuters ha scritto, citando fonti a conoscenza del dossier, che il governo ha chiesto a Cdp di entrare nel consorzio Am InvestCo perché teme problemi da parte della Commissione Europea.

La decisione dell‘Antitrust europeo sull‘acquisizione di Ilva da parte di Am InvestCo, in un primo tempo fissata entro il 26 ottobre, è stata rinviata al 13 novembre.

Il 19 ottobre Arcelor ha offerto alcune concessioni alla Commissione Europea sul dossier per favorire il via libera, anche se Bruxelles non ha fornito dettagli a riguardo.

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below