31 ottobre 2017 / 07:54 / 19 giorni fa

Cina, crescita manifattura rallenta più di attese su guerra a smog, ordini esteri fermi

PECHINO (Reuters) - Rallenta più del previsto in ottobre la crescita del settore manifatturiero cinese, su cui pesa la riduzione della produzione che le più stringenti regole anti inquinamento stanno imponendo a diverse imprese, tra cui le acciaierie, nel periodo invernale.

An employee works at an assembly line at a Ford manufacturing plant in Chongqing municipality April 20, 2012. REUTERS/Stringer CHINA OUT. NO COMMERCIAL OR EDITORIAL SALES IN CHINA - RC11E981FF00

Il Pmi (Purchasing managers index) manifatturiero ufficiale è sceso a 51,6 punti da 52,4 di settembre, confermandosi oltre la soglia 50, cioè in territorio di crescita; le stime erano per un rallentamento più limitato dell‘indice, a quota 52,0.

Un‘indicazione di debolezza è giunta inoltre dal sotto indice relativo ai nuovi ordini per l‘export, sceso a 50,1, livello che segnala di fatto una crescita nulla.

Scende anche l‘indice Pmi non manifatturiero, a 54,3 punti in ottobre dai 55,4 del mese precedente, che era stato il dato più forte da maggio 2014.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below