26 ottobre 2017 / 14:25 / tra 24 giorni

G8 Genova, per corte Strasburgo atti di tortura a Bolzaneto

MILANO (Reuters) - La Corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha decretato oggi che le violenze commesse dalle forze dell‘ordine alla caserma di Bolzaneto durante il G8 di Genova del 2001 sono equiparabili alla tortura.

Nella sua sentenza, la corte fa riferimento in particolare alle persone detenute a Bolzaneto tra il 20 e il 22 luglio 2001, e che hanno denunciato di essere state vittime di violenze per mano di polizia e staff medico.

“Gli atti di violenza ripetutamente subiti dai ricorrenti all‘interno della caserma devono essere ritenuti atti di tortura”, si legge nella sentenza.

“Il materiale probatorio dimostra che i ricorrenti, che non hanno opposto alcuna forma di resistenza fisica agli agenti, sono stati vittime di una successione continua e sistematica di atti di violenza (...) in un contesto generale di impiego eccessivo, indiscriminato e manifestatamente sproporzionato della forza”.

I giudici aggiungono che “l‘insieme dei fatti emersi dimostra che i membri della polizia presenti, gli agenti semplici e, per estensione, la catena di comando, hanno gravemente contravvenuto al loro dovere deontologico primario di proteggere le persone poste sotto la loro sorveglianza”.

La corte ha inoltre riconosciuto ai ricorrenti, complessivamente 31 di diverse nazionalità, un risarcimento danni dai 10mila agli 85mila euro a testa per danni morali.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below