24 ottobre 2017 / 15:57 / un mese fa

Consiglio dei ministri impugna norme collegato Bilancio Regione Sicilia

ROMA (Reuters) - Il Consiglio dei ministri ha deciso di impugnare davanti alla Corte costituzionale alcune norme del collegato alla legge di Bilancio della Sicilia.

Lo si legge in una nota diramata al termine del Cdm, che ha esaminato in totale otto leggi regionali varate da Sicilia, Abruzzo e Toscana.

Il governo non sottoporrà invece alla Consulta la legge di Assestamento di bilancio della Regione siciliana.

Secondo il Cdm, “varie disposizioni” del collegato al bilancio della Regione guidata da Rosario Crocetta, approvato dall‘assemblea regionale all‘inizio di agosto, “presentano profili di illegittimità costituzionale”.

Per alcune delle norme impugnate, secondo il governo, manca la copertura finanziaria. Altre, invece, invadono le competenze statali.

“Niente va a toccare l‘impianto del bilancio”, commenta a Reuters l‘assessore regionale all‘Economia, Alessandro Baccei. “Sono stati impugnati emendamenti di iniziativa parlamentare, molti dell‘opposizione, che sono passati in aula”.

Il 5 novembre si vota per rinnovare i vertici della Regione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below