24 ottobre 2017 / 09:37 / in un mese

Italia, Bankitalia: in trim4 atteso allentamento condizioni credito famiglie

MILANO/FRANCOFORTE (Reuters) - Le banche italiane prevedono che, nel corso del quarto trimestre, i criteri di offerta creditizia rimarranno invariati nei confronti delle imprese mentre registreranno un ulteriore “moderato” miglioramento per ciò che riguarda le famiglie, in linea con quanto già visto nella terza frazione dell‘anno.

Italia, Bankitalia: in trim4 atteso allentamento condizioni credito famiglie. REUTERS/Ints Kalnins

È quanto emerge dall‘indagine sul credito bancario condotta da Bankitalia presso dieci tra i principali gruppi creditizi del Paese; l‘indagine, conclusa lo scorso 2 ottobre, rappresenta la parte italiana del più ampio ‘bank lending survey’ della Bce.

“Nel terzo trimestre 2017 i criteri di offerta sui prestiti alle imprese sono rimasti invariati; quelli sui finanziamenti alle famiglie per l‘acquisto di abitazioni hanno registrato un ulteriore moderato allentamento. Secondo le attese degli intermediari, tale andamento sarebbe confermato nel trimestre in corso” si legge nella nota di Via Nazionale.

L‘andamento delle condizioni creditizie nel terzo trimestre corrisponde a quanto previsto dalle banche nella precedente indagine, diffusa a luglio.

DOMANDA

Sul lato della domanda di prestiti Bankitalia registra nel terzo trimestre un “lieve incremento” sia per le imprese (legato principalmente alle necessità di finanziamento degli investimenti fissi) sia per le famiglie per l‘acquisto di abitazioni (in connessione soprattutto alle più favorevoli prospettive del mercato immobiliare).

“La domanda di prestiti continuerebbe a espandersi anche nel trimestre in corso”, conclude l‘indagine.

ZONA EURO

Le dinamiche del credito in Italia sono simili a quanto la Bce evidenzia a livello di intera zona euro.

Anche qui, spiega Francoforte, negli ultimi tre mesi dell‘anno le banche dovrebbero mantenere sostanzialmente invariate le condizioni di credito per il segmento corporate, mentre l‘accesso delle famiglie al credito al consumo e ai mutui dovrebbe migliorare ulteriormente. Nel terzo, le condizioni sono peggiorate in Spagna, migliorate in Germania, e rimaste invariate in Francia e Olanda, rileva la Bce.

Il sondaggio della Bce si basa sulle risposte di 134 banche della zona euro.

Sul lato della domanda, la previsione è di un ulteriore miglioramento negli ultimi tre mesi del 2017 per quella di prestiti corporate, credito al consumo e mutui.

La domanda di prestiti è in crescita costante da anni grazie, tra i vari fattori, alla maggiore concorrenza tra banche e alla crescita della raccolta retail e all‘ingrosso.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below