20 ottobre 2017 / 12:54 / un mese fa

Tim, Calenda: scorporo rete e quotazione, non necessario ingresso Cdp

ROMA (Reuters) - Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, è favorevole allo scorporo e quotazione della rete Telecom e non ritiene necessario un intervento della Cdp.

La sede di Telecom Italia a Rozzano, vicina a Milano. Foto di 25 maggio 2016. REUTERS/Stefano Rellandini/File Photo

Intervistato da Repubblica tv, il ministro ha ricordato di aver inviato una lettera all‘Agcom per valutare se comunque un “modello più neutrale” possa corrispondere all‘interesse nazionale.

Alla domanda se sia favorevole a uno scorporo e alla quotazione della rete Telecom, il ministro ha risposto: “Sì sì, scorporata e in Borsa, non è necessario un intervento della Cdp... Che si separassero, entrassero in Borsa, così è il mercato a dare una valutazione... anche per Vivendi secondo me sarebbe meglio”.

Vivendi è il primo azionista di Telecom con circa il 24% e il governo ha deciso di esercitare la golden power, che potrebbe portare a una multa per il gruppo francese, per la mancata notifica del controllo su Tim.

“Tim è una grande azienda. Benissimo gli investitori internazionali, ma che ci trattino come una colonia se lo possono scordare”, ha concluso il ministro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below