17 ottobre 2017 / 16:29 / in un mese

Bankitalia, Camera approva mozione Pd: figura per dare "nuova fiducia"

ROMA (Reuters) - Con 213 sì, 97 no e il parere favorevole dell‘esecutivo, la Camera ha approvato una mozione del Pd che impegna il governo a individuare, quale nuovo governatore alla scadenza del mandato di Ignazio Visco, “la figura più idonea a garantire nuova fiducia” nella Banca d‘Italia.

Il simbolo di Banca d'Italia a Milano. Foto del 19 gennaio 2016. REUTERS/Stefano Rellandini/Files

Il testo è stato interpretato come un attacco indiretto a Visco, il cui mandato scade a fine mese.

Una fonte parlamentare ha detto a Reuters che la mozione approvata oggi è partita dal segretario del Pd Matteo Renzi e rappresenta una risposta alla “determinazione” del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a voler confermare il governatore.

Una fonte governativa conferma infatti che il capo dello Stato sostiene Visco per un secondo mandato a via Nazionale.

Nei mesi scorsi Renzi aveva espresso critiche nei confronti dell‘operato di Bankitalia per le vicende dei crac di alcune banche, auspicando discontinuità nella nomina del governatore.

Enrico Zanetti, leader di Scelta Civica, ha detto in una nota che nella mozione del Pd, anche se scritta “in politichese”, “si legge tra le righe un invito al governo di non rinnovare l‘attuale (governatore)”.

Un parlamentare Pd, che preferisce restare anonimo, dice: “È difficile per chiunque difendere l‘operato di Bankitalia in questi anni. Non si può proprio dire che la vigilanza abbia funzionato”.

Il portavoce del Pd Matteo Richetti, deputato, ha detto che la mozione non entra nella scelta dei nomi, che compete al governo di Paolo Gentiloni, ma chiede una “nuova fase”.

Ieri, nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri, lo stesso Gentiloni ha detto che “assolutamente” non si è parlato del dossier della nomina del governatore, dopo che un quotidiano aveva scritto che nella stessa giornata sarebbe arrivata la conferma di Visco.

MEDIAZIONE IN MAGGIORANZA E COL GOVERNO

Rispetto al testo depositato in aula, il governo ha chiesto una riformulazione per sfumare gli accenni più critici all‘attività di vigilanza.

Nella versione originale si leggeva che le recenti crisi bancarie “avrebbero potuto essere mitigate nei loro effetti da una più incisiva e tempestiva attività di prevenzione e gestione delle crisi bancarie”.

Ma un testo ancora precedente, oggetto di acceso confronto in seno alla maggioranza e visionato da Reuters, chiedeva esplicitamente “discontinuità” nella nomina del nuovo governatore. [nL8N1MS4KF]

Il M5s, che come altri gruppi d‘opposizione ha presentato una mozione contro la riconferma di Visco, ha invece definito “molto ambiguo” il testo della maggioranza.

“A noi piacerebbe fosse così (che fosse una mozione contro Visco), ma scritta in modo così ambiguo non possiamo votarla”, ha detto il deputato grillino Daniele Pesco.

-- Hanno collaborato Massimiliano Di Giorgio, Giselda Vagnoni, Steve Scherer((Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224393, Reuters Messaging: giuseppe.fonte.thomsonreuters.com@reuters.net)) Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below