12 ottobre 2017 / 13:39 / 2 mesi fa

Bce, alleati Merkel Fdp non insisteranno per presidenza tedesca

MILANO (Reuters) - I liberali tedeschi della Fdp, con cui molto probabilmente Angela Merkel dovrà formare un‘alleanza per la prossima coalizione, non faranno pressione perché il successore di Mario Draghi alla presidenza della Bce sia un cittadino tedesco.

Lo dice un altro esponente del partito, dopo reiterate richieste di un cambio di corso nella gestione della politica monetaria ultra espansiva dell‘istituto centrale di Francoforte da parte tedesca.

La cancelliera non si è però invece finora mai espressa sul tema del prossimo banchiere centrale europeo.

“Dipende dalla situazione complessiva e dipende dai candidati. A mio parere, la nazionalità del presidente Bce è meno importante della politica monetaria che sceglie di seguire” risponde Alexander Lambsdorff -- nella rosa dei possibili nuovi ministri delle Finanze per Berlino -- a chi gli chiede se la Fdp chiederà la nomina di un tedesco.

Uno dei principali candidati alla successione di Draghi è il presidente Bundesbank Jens Weidmann, per quanto il portavoce di Angela Merkel Steffen Seibert abbia finora definito l‘argomento prematuro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below