10 ottobre 2017 / 15:55 / in un mese

Ue vuole riaprire ambasciata in Libia

BRUXELLES (Reuters) - L‘Unione Europea intende riaprire la propria ambasciata in Libia in condizioni di sicurezza, hanno riferito oggi alcuni funzionari.

La mossa di Bruxelles offre al governo di Tripoli, che ha difficoltà a imporre il proprio controllo sul tutto il territorio libico, ulteriore sostegno politico.

I leader dell‘Unione annunceranno al vertice del 19 e 20 ottobre a Bruxelles che “incoraggiano il lavoro in corso per aprire rapidamente una presenza permanente Ue in Libia”, secondo la bozza di dichiarazione comune vista da Reuters.

La dichiarazione chiarisce comunque che l‘iniziativa resta legata alla presenza di condizioni di sicurezza in loco.

A metà 2014, quando la situazione in Libia era peggiorata, con l‘escalation di violenze tra fazioni rivali a seguito della fine del regime di Muammar Gheddafi nel 2011, la Ue aveva spostato la propria missione diplomatica in Tunisia.

Dei 28 stati membri, solo l‘Italia, ex potenza coloniale e ancora oggi paesi più influenti in Libia, ha riaperto la propria ambasciata.

(Gabriela Baczynska)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below