10 ottobre 2017 / 07:44 / tra 2 mesi

Borsa Milano chiude in calo su banche, in controtendenza Carige, balza Mediaset

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in calo, ancora una volta appesantita dai bancari sui timori legati alle nuove regole Bce sulla gestione dei crediti deteriorati.

Modelle sulle scale davanti alla Borsa di Milano al termine della sfilata per l'ultima collezione Primavera/Estate di Salvatore Ferragamo. REUTERS/Alessandro Garofalo

Sul sentiment dei mercati pesa in generale l‘attesa per gli sviluppi della questione catalana con il leader indipendentista Carles Puigdemont che potrebbe proclamare oggi la dichiarazione unilaterale di indipendenza sfidando Madrid.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in ribasso dello 0,63%, l‘All Share ha perso lo 0,56%. Il paniere europeo STOXX 600 ha archiviato al seduta in parità. La borsa di Madrid è la peggiore in Europa con un calo dello 0,91%.

** MEDIASET, dopo il balzo messo a segno sulle indiscrezioni che Vivendi sta considerando un‘offerta cash e azioni per risolvere la disputa che la contrappone al gruppo italiano, ha cancellato parte del rialzo e chiuso a +1,78%.

** TELECOM ITALIA ha parallelamente registrato una discesa e ha chiuso a -1,18%.

** L‘indice dei bancari italiani è sceso dell‘1,24% a fronte di un calo dello 0,27% dello Stoxx settoriale europeo. Gli analisti tendono ad escludere un‘estensione dei nuovi criteri restringenti della Bce anche allo stock esistente di deteriorati ma sottolineano che l‘atteggiamento della Bce è comunque quello di accelerare la pulizia di bilanci con un impatto più pronunciato per le banche italiane, soprattutto quelle a vocazione domestica.

** INTESA SANPAOLO ha chiuso in calo dello 0,82% a 2,88 euro dopo il collocamento di un pacchetto di 150 milioni azioni della banca in mano alla Compagnia Sanpaolo (0,95% de capitale). Secondo un trader il collocamento è avvenuto con un sconto dello 0,5% sul prezzo di chiusura di ieri e quindi ad un prezzo di 2,897 euro per azione..

** In controtendenza CARIGE, che ha terminato la seduta in rialzo del 9,13% sulla scia delle notizie sulle adesioni al piano Lme sui bond subordinati, che alimentano le attese sull‘esito positivo dell‘operazione, primo tassello fondamentale dell‘ampio progetto di rafforzamento patrimoniale messo in piedi dall‘istituto ligure.

** ATLANTIA ha ceduto l‘1,4% dopo che Kepler Cheuvreux ha tagliato il giudizio a ‘hold’ da ‘buy’ mentre il mercato continua a non escludere la possibilità di una controfferta su Abertis che potrebbe portare il gruppo italiano a rivedere al rialzo la propria proposta.

** SAIPEM ha guadagnato l‘1,73% dopo l‘annuncio di nuovi contratti ottenuti in Cile e Messico per un valore complessivo di circa 350 milioni di dollari.

** Tonici i titoli del lusso. L‘intero settore a livello europeo risente positivamente dei risultati sopra le attese svelati ieri sera da LVMH. Moncler è salita del 2,47%, FERRAGAMO dello 0,75% e LUXOTTICA dello 0,34%.

** SARAS in deciso calo (-3,67%) dopo che Macquarie ha tagliato il giudizio a “neutral”.

** BANCA INTERMOBILIARE ha perso il 7,1%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below