25 luglio 2017 / 14:00 / 4 mesi fa

Grecia torna sul mercato con nuovo bond 5 anni, rendimento sotto 5%

LONDRA/ATENE (Reuters) - La Grecia è tornata ad emettere sul mercato dei capitali per la prima volta dopo tre anni, in quello che rappresenta un significativo passo avanti verso l‘uscita dall‘assistenza finanziaria al termine del terzo piano di salvataggio nel 2018.

Atene, piazza Syntagma, sullo sfondo il palazzo del Parlamento. Foto del 24 luglio scorso. REUTERS/Alkis Konstantinidis

Atene ha collocato tramite un sindacato di banche un bond 5 anni da 3 miliardi di euro, raccogliendo ordini per oltre 6,5 miliardi, inclusi circa 157 milioni di euro da parte dei joint lead manager.

Il nuovo titolo, scadenza agosto 2022, offrirà un rendimento di 4,625%. Le prime indicazioni si attestavano in area 4,875%, mentre successivamente la guidance era stata fissata in area 4,75%.

“E’ estremamente positivo che abbiano collocato il titolo sotto il 5%. La Grecia ora è in grado di finanziarsi da sola”, commenta Louis Gargour, chief investment officer del fondo speculativo Lng Capital, che si è detto interessato ad acquistare il nuovo titolo.

L‘operazione arriva un mese dopo il via libera ad una nuova tranche di aiuti finanziari da parte dell‘Eurogruppo, che ha anche tratteggiato le misure per ridurre il peso del debito ellenico quanto terminerà l‘assistenza finanziaria, ad agosto 2018.

Per Atene l‘emissione odierna rappresenta un test sulla capacità di finanziarsi autonomamente dall‘anno prossimo.

Contestualmente all‘emissione del nuovo bond, Atene riacquisterà in cash il bond aprile 2019, cedola 4,75%, al prezzo di 102,6, in modo da ammorbidire la curva dei rimborsi dopo la fine del bailout.

Secondo gli analisti, alcuni investitori potrebbero essere rimasti alla finestra alla luce del basso livello del rating greco, il più basso nella zona euro, e per il fatto che al momento il bond non è nel paniere dei titoli acquistabili nel programma di quantitative easing della Bce.

Quando Atene era ricomparsa sul mercato dei capitali per la prima volta dopo la crisi, nel 2014, aveva raccolto oltre 20 miliardi di euro di ordini per un bond quinquennale. A quella seguì un‘altra emissione un paio di mesi dopo.

Poi, all‘inizio del 2015, con la formazione di un governo di sinistra radicale che entrò in conflitto con i creditori internazionali, Atene perse nuovamente l‘accesso al mercato e arrivò a un soffio dall‘uscire dalla valuta unica.

Banche capofila dell‘operazione odierna sono Bnp Paribas, Bank of America Merril Lynch, Citi, Deutsche Bank, Goldman Sachs e Hsbc.

La Grecia ha rating Caa2 con outlook positivo per Moody‘s, B- con outlook positivo per S&P‘s, CCC per Fitch e CCC high con outlook stabile per Dbrs.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below