25 luglio 2017 / 11:44 / 4 mesi fa

Greggio estende rialzo su impegno saudita a ridurre export

LONDRA (Reuters) - I derivati sul greggio estendono i guadagni sulla scia dell‘impegno dell‘Arabia Saudita a limitare le esportazioni dal mese prossimo e dei richiami dell‘Opec a vari membri dell‘organizzazione perché rispettino i tagli della produzione finalizzati a contenere l‘eccesso di offerta sul mercato.

** Intorno alle 12,00 italiane il contratto sul Brent per consegna settembre avanza di 49 cent a 49,09 dollari al barile. La scadenza analoga del greggio leggero Usa West Texas Intermediate segna un progresso di 50 cent a quota 46,84.

** Ieri nell‘incontro di San Pietroburgo i produttori Opec e non Opec hanno discusso la possibilità di estendere l‘accordo per ridurre l‘output di 1,8 milioni di barili al giorno oltre marzo 2018 se necessario.

** Il ministro saudita dell‘Energia Khalid al-Falih ha annunciato che il Paese limiterà le esportazioni di greggio a 6,6 milioni di barili al giorno in agosto, quasi un milione sotto i livelli di un anno fa.

** “Ma l‘indicazione più concreta emersa dalla riunione è stata la disponibilità della Nigeria a implementare aggiustamenti alla produzione”, è il commento di JBC Energy.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below