18 luglio 2017 / 14:58 / tra 5 mesi

Padoan a Ue: liquidazione ordinata sia applicabile ad altre banche

ROMA (Reuters) - Le autorità europee devono garantire che la liquidazione ordinata di Veneto banca e Popolare Vicenza sia una soluzione applicabile ad altri casi di crisi perché la ricapitalizzazione precauzionale adottata per Mps ha “condizioni di accesso stringenti”.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan a Palazzo Chigi il 25 giugno scorso. REUTERS/Alessandro Bianchi

Lo ha detto il ministro dell‘Economia, Pier Carlo Padoan, spronando gli istituti di credito a definire con “maggiore determinazione e incisività strategie di riduzione dei crediti deteriorati”.

È “opportuno in questa fase di transizione mantenere la flessibilità garantita dalla comunicazione bancaria del 2013, che consente di accompagnare le banche fuori dal mercato con aiuti di Stato”, ha detto il ministro durante un‘audizione in Senato.

La liquidazione ordinata prevede che il governo metta sul piatto subito oltre 5 miliardi per consentire a Intesa di acquisire le attività in bonis dei due istituti senza effetti sul suo patrimonio di migliore qualità. Gli oneri complessivi in capo allo Stato ammontano a 10,9 miliardi.

Secondo Padoan le crisi bancarie italiane “hanno messo in luce una serie di criticità da affrontare e risolvere nell‘ambito del processo di completamento dell‘Unione bancaria”.

È emersa in particolare un‘interazione “continua e complessa con e tra istituzioni europee non sempre in grado di esprimere posizioni coordinate” e tale da creare “incertezza”.

Se la ricapitalizzazione precauzionale ha criteri “estremamente restrittivi”, l‘unica alternativa è far sì che la liquidazione assistita da aiuti di Stato sia applicabile “ad un numero potenzialmente alto di banche”, dice l‘ex capoeconomista dell‘Ocse.

Una liquidazione “atomistica” -- cioè disordinata -- delle due banche venete avrebbe infatti prodotto una stretta creditizia stimabile in “22 miliardi con impatti su 155.000 imprese”.

“Buona parte dei 10.000 dipendenti interessati si sarebbe trovata senza occupazione e il sistema bancario avrebbe dovuto mettere a disposizione 13 miliardi di euro in sette giorni”.

Padoan si dice favorevole a introdurre nuove e più severe norme sulle responsabilità degli amministratori e mostra cautela sul ritorno in Borsa di Mps: “Quello che deve guidare il timing della quotazione è la valutazione di robustezza strutturale”.

Guardando all‘implementazione dell‘Unione bancaria, il ministro spiega che le banche devono iniziare “al più presto” a emettere passività eleggibili per il Mrel (Minimum Requirement for own funds and Eligible Liabilities), cioè le passività aggredibili nell‘eventualità di Bail-in, il principio europeo che impone perdite ad azionisti e creditori di una banca in caso di sostegno pubblico.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below