13 luglio 2017 / 11:09 / tra 5 mesi

Gentiloni: giusto intervento governo con Bankitalia per salvare banche

ROMA (Reuters) - Mentre alla Camera il Movimento cinque stelle continua l‘ostruzionismo contro il decreto sulla liquidazione di Veneto banca e Popolare Vicenza, il premier Paolo Gentiloni rivendica le scelte del governo condotte con il supporto della Banca d‘Italia “per salvare milioni di risparmiatori e centinaia di migliaia di piccole e medie imprese”.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ad Amburgo per il G20 lo scorso 8 luglio. REUTERS/Wolfgang Rattay

“Chi parla di regali a banchieri fa demagogia facile. Il fallimento disordinato di alcuni grandi o medi istituti avrebbe provocato conseguenze devastanti”, ha detto il presidente del consiglio intervenendo alla inaugurazione della nuova sede della direzione generale di Bnl, alla presenza anche del governatore della Banca d‘Italia Ignazio Visco.

Renzi, nel suo libro presentato ieri, ha definito un “errore” l‘essersi affidato “alle valutazioni e alle considerazioni della Banca d‘Italia”, che Gentiloni invece mostra di voler difendere.

“Rivendico il fatto che i governi che si sono succeduti negli ultimi anni, quello presieduto da Renzi e quello che ho l‘onore di presiedere, abbiano lavorato intensamente per cercare di far fronte a queste difficoltà, con la Banca d‘Italia e le istituzioni europee, per consolidare la situazione e per salvare gli istituti che erano in difficoltà”, ha detto il premier.

Ieri la Camera ha votato la fiducia al decreto ma prima del via libera definitivo occorre terminare l‘esame degli ordini del giorni e il M5s sta rallentando i lavori.

Il provvedimento dovrà andare in Senato in seconda lettura la prossima settimana.

La liquidazione comporta l‘azzeramento di azioni e obbligazioni subordinate dei due istituti secondo la procedura di ‘burden sharing’.

Non viene applicato il più severo bail-in, che avrebbe coinvolto anche le obbligazioni senior e, per la quota superiore a 100.000 euro, i depositi bancari, mentre sono inoltre previsti indennizzi ai piccoli risparmiatori titolari di bond.

Lo Stato sostiene nell‘immediato un onere di quasi 5 miliardi a supporto di Intesa San Paolo, a cui sono andate le attività in bonis delle banche.

“Noi salviamo i risparmiatori, non assolviamo i colpevoli dei disastri. Penso che i responsabili debbano pagare”.

Gentiloni esprime da ultimo soddisfazione per l‘accelerazione dell‘economia suggerita dagli ultimi indicatori congiunturali e parla di “una previsione consolidata di +1,3% per quest‘anno”.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below