12 luglio 2017 / 11:26 / tra 4 mesi

Crisi bancarie, Renzi: un errore essersi affidato a Bankitalia

ROMA, 12 luglio (Reuters) - E’ stato un errore da parte del governo affidarsi alla Banca d‘Italia per la soluzione delle crisi bancarie, scrive l‘ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, secondo il quale meglio sarebbe stato creare a palazzo Chigi una squadra dedicata all‘emergenza degli istituti di credito in difficoltà.

Nel suo ultimo libro presentato oggi alla stampa, il segretario del Pd ricorda che quando arriva al governo nel febbraio 2014 il dossier banche è uno di quelli più spinosi.

“Ci affidiamo quasi totalmente alle valutazioni e alle considerazioni della Banca d‘Italia, rispettosi della solida tradizione di questa prestigiosa istituzione”, racconta Renzi che si è dimesso da capo del governo lo scorso dicembre dopo la sconfitta al referendum costituzionale.

“E questo è il nostro errore, che pagheremo assai caro dal punto di vista della reputazione più che della sostanza”.

Durante la conferenza stampa tenuta al Museo Maxxi di Roma, Renzi ha spiegato che “forse, con il senno di poi, qualcosa avrebbe potuto andare in modo diverso se avessimo creato un team ad hoc nostro”.

Alla fine del 2015 Banca Etruria, CariFerrara, Banca Marche e CariChieti vengono messe in risoluzione dopo un lungo braccio di ferro tra Roma e la Commissione Ue che impone perdite ad azionisti e obbligazionisti.

Subito dopo le dimissioni di Renzi, il nuovo governo di Paolo Gentiloni approva un provvedimento d‘urgenza che mette 20 miliardi di soldi pubblici a sostegno di Banca Monte dei Paschi di Siena, Veneto Banca e Popolare Vicenza.

Nel suo ruolo di capo del principale partito di governo, Renzi potrà avere voce in capitolo nella nomina del nuovo governatore della Banca d‘Italia.

Il mandato del governatore Ignazio Visco, che può essere rinnovato una volta, scade a fine ottobre, pochi mesi prima la scadenza naturale della legislatura a inizio 2018.

La nomina del governatore avviene con decreto del presidente della Repubblica, su proposta del presidente del Consiglio dei ministri, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, sentito il parere del Consiglio superiore della Banca d‘Italia.

(Giselda Vagnoni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italianoLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below