6 luglio 2017 / 17:33 / 3 mesi fa

Banche, ministri Ue chiederanno a Commissione più capitale a fronte sofferenze

BRUXELLES (Reuters) - I ministri delle Finanze dell‘Unione Europea dovrebvero chiedere una modifica delle regole bancarie settimana prossima che potrebbe costringere gli istituti di credito a dotarsi di maggiore capitale a fronte di nuovi prestiti che potrebbero trasformarsi in sofferenze.

E’ quanto emerge dalla bozza di un documento visto da Reuters.

Mai prima di ora i ministri Ue hanno suggerito una modifica specifica alle regole bancarie che riguardi l‘incremento dei cuscinetti di capitale per coprire le sofferenze.

L‘iniziativa è parte di un progetto più ampio per risolvere i problemi legati alle sofferenze in bilancio di alcune banche dei paesi membri, visti come un rischio per tutto il blocco a causa di un effetto contagio.

In una riunione ordinaria a Bruxelles, i ministri delle finanze Ue chiederanno alla Commissione di considerare “presidi prudenziali... che si applicherebbero ai nuovi impieghi”, si legge nel documento.

Se è vero che gli Npl sono scesi al 4,8% di tutti gli impieghi nell‘Ue nel primo trimestre del 2017, restano ben oltre il 40% in Grecia e Cipro, al 18,5% in Portogallo e al 14,8% in Italia secondo l‘Eba (European Banking Authority).

Per contribuire ad affrontare il problema i ministri chiederanno inoltre che vengano creati gruppi di asset management nazionali per facilitare lo sviluppo di un mercato secondario efficiente per le sofferenze.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below