3 luglio 2017 / 08:22 / 5 mesi fa

Italia, a maggio risale disoccupazione, occupati in calo

MILANO/ROMA (Reuters) - A maggio il tasso di disoccupazione italiano ha segnato un lieve rialzo a 11,3% da 11,2% del mese precedente, complice il calo degli occupati, mentre gli inattivi sono rimasti stabili, anche se le prospettive per il mercato del lavoro italiano restano moderatamente positive alla luce della fase di ripresa in atto.

Lavoratori dell'Ilva a Genova, durante la visita del Papa. Foto del 27 maggio scorso. REUTERS/Giorgio Perottino

“L’aumento della disoccupazione non è dovuto a una flessione degli inattivi ma a un ‘genuino’ calo degli occupati, il più marcato da febbraio dell’anno scorso”, osserva Paolo Mameli, economista di Intesa Sanpaolo.

Nelle attese del governo e dei principali previsori privati ed istituzionali quest‘anno l‘Italia dovrebbe registrare un tasso di crescita superiore all‘1% per la prima volta dall‘inizio della crisi, la metà di quello dell‘intera zona euro, dove a maggio il tasso di disoccupazione è risalito di un decimo a 9,3%.

Tornando all‘Italia, la fotografia scattata dalla statistica Istat sul mercato del lavoro su base trimestrale ed annuale continua peraltro a segnalare una crescita degli occupati ed un calo dei disoccupati accompagnato da una flessione degli inattivi, ovvero di quanti non hanno un lavoro né lo cercano.

Il valore del tasso di disoccupazione italiano resta il più basso dalla fine del 2012 ma rimane comunque superiore di circa tre punti percentuali rispetto a quando, sei anni fa, l‘Italia entrò nel vortice della crisi dei debiti sovrani.

Il tasso di disoccupazione nella fascia di età 15-24 anni, ovvero l‘incidenza dei giovani disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro, è risalito a 37,0% dal 35,2% di aprile (rivisto da 34%). Il livello, seppur inferiore alla media degli ultimi cinque anni, è ai massimi da gennaio.

OCCUPATI +141.000 SU ANNO, TEMPORANEI CRESCONO DI PIU’

A maggio il tasso di occupazione è sceso di un decimo di punto a 57,7%; su base trimestrale il tasso ha mostrato un aumento dello 0,2 punti percentuali e su base annua l‘incremento è stato di 0,3 decimi di punto.

In termini assoluti, rispetto ad aprile gli occupati sono diminuiti di 51.000 unità ma nel confronto con maggio 2016 sono cresciuti di 141.000 unità.

Il calo congiunturale degli occupati nel mese di maggio è legato soprattutto alla diminuzione dei dipendenti permanenti (-23.000). I dipendenti a termine sono aumentati su mese di 10.000 unità, mentre il calo maggiore si registra tra gli autonomi, che segnano una flessione mensile di 38.000 unità.

L‘altro progresso occupazione è quello registrato nella fascia degli ultra cinquantenni, l‘unica a segnare un progresso dell‘occupazione su base annua, in buona parte per effetto dell‘aumento dell‘età pensionabile.

I dati su base annua continuano a segnalare una dinamica positiva dell‘occupazione dipendente permanente (+114.000 unità rispetto a maggio 2016) che le riforme della normativa contrattuale in questi anni, unita gli sgravi contributivi, intendevano agevolare.

La ripresa occupazionale è stata però guidata dall‘occupazione a termine, cresciuta di 199.000 unità, pari all‘8,2%, rispetto a maggio dell‘anno scorso, mentre gli occupati autonomi sono crollati di 172.000.

“In prospettiva la tendenza per la disoccupazione resta a nostro avviso al ribasso”, afferma Mameli, citando la ripresa in atto e le intenzioni di assunzione segnalate nelle indagini di fiducia.

“Tuttavia, il trend di calo dei disoccupati continuerà ad essere lento e volatile su base mensile. La nostra previsione per la media 2017 [del tasso di disoccupazione] è 11,2%, un livello in calo apprezzabile rispetto alla media dello scorso anno (11,7%) ma solo marginalmente inferiore al valore di maggio”, conclude l‘economista di Intesa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below