30 giugno 2017 / 12:52 / tra 5 mesi

Ilva, processo Taranto, respinto patteggiamento ma non incide su vendita

TARANTO/ROMA (Reuters) - La Corte d‘assise di Taranto ha respinto oggi le richieste di patteggiamento proposte dalle società Ilva e Riva Forni Elettrici, la cui posizione era stata stralciata, nell‘ambito del processo per disastro ambientale legato alle attività del più grande gruppo siderurgico italiano.

Lo riferisce una fonte giudiziaria.

Per i giudici i reati contestati, per la loro gravità, non possono essere oggetto di patteggiamento. Quindi le società saranno processate insieme con le 44 persone fisiche e la società Partecipazioni industriali (ex Riva Fire) coinvolte nel processo.

Ilva - società oggi in amministrazione straordinaria e che entro l‘anno prossimo venderà i propri impianti a una cordata composta da ArcelorMittal e Gruppo Marcegaglia - sta valutando se presentare ricorso in Cassazione contro la decisione, ha riferito una fonte.

La fonte dice che in ogni caso la decisione dei giudici “non interferisce con la procedura di trasferimento degli asset aziendali” né “con la disponibilità delle somme recuperate ai fini dell‘ambientalizzazione”. 

Secondo i legali di Ilva, i reati di cui è accusata la società non rientrano in quelli per cui non si può procedere con rito alternativo.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below