22 giugno 2017 / 11:55 / 4 mesi fa

Banche venete, Mion: auspico decisioni ministero su offerta Intesa nel weekend

Insegna Banca Popolare di Vicenza a Roma. REUTERS/Alessandro Bianchi

MILANO (Reuters) - Popolare Vicenza aspetta le decisioni del ministero in merito all‘offerta avanzata da Intesa Sanpaolo e auspica che arrivino in tempi brevi, già questo fine settimana.

Lo ha detto a Reuters il presidente della banca vicentina Gianni Mion, a margine dell‘assemblea di Space3.

“Speriamo che tutto venga deciso questo fine settimana. Vediamo. E’ tutto regolamentato. In questi giorni chiederemo istruzioni”, ha detto Mion.

Ieri Intesa Sanpaolo si è detta disponibile ad acquistare al prezzo simbolico di 1 euro Pop Vicenza e Veneto Banca, ma a patto che siano ripulite dagli asset deteriorati e rischiosi per evitare impatti su Cet1 e dividendi.

La banca guidata da Carlo Messina ha escluso aumenti di capitale e subordina l‘operazione a precise garanzie, da parte dello Stato e all‘interno di una cornice legislativa, sulle copertura dei costi e dei rischi legati all‘acquisto.

Restano ancora definire, tramite un decreto, le procedure e dettagli della soluzione tecnica della proposta di Intesa, che presuppone una liquidazione delle due banche venete e la nomina dei comitati liquidatori e la decadenza degli attuali consigli.

E’ inoltre dato per scontato dagli analisti che lo stato parteciperà con apporti di capitali, oltre che alla bad bank, acnhe alla good bank.

“Dobbiamo attendere istruzioni. Sono cose complicate. E’ una situazione relativamente nuova. Dovranno decidere i regolatori, la Banca d‘Italia, il ministero”, ha detto in proposito Mion che si augura “decisioni rapide”.

Il presidente di Pop Vicenza non ha voluto entrare nel merito della proposta di Intesa affermando di attendere maggiori dettagli sul deal. Tuttavia, nella situazione che si era venuta a creare per le due banche venete -- Pop Vicenza e Veneto Banca -- la proposta di Intesa “è stata ritenuta la migliore possibile”.

La banca vicentina in questo momento non è a conoscenza di decisioni prese: “non siamo nella posizione di dire: siamo favorevoli o contrari. Si tratta di definire bene tutti i dettagli che ancora non conosciamo”, ha spiegato.

Per superare lo stallo della ricerca di capitali privati necessari per la ricapitalizzazione precauzionale delle due venete, stimata in 6,4 miliardi, negli ultimi giorni si è presa con più decisione la strada della separazione degli asset sani da quelli deteriorati, con un‘asta per la vendita dei primi, che ha visto solamente Intesa andare fino in fondo.

L‘operazione, secondo quanto precisato dalla banca ieri, è subordinata al via libera incondizionato di ogni Autorità competente. Ed è proprio su questo punto che gli analisti sollevano diverse perplessità, pur promuovendo nel complesso il deal. Soprattutto si chiedono se e in che misura le autorità europee daranno il via libera a un‘operazione che richiede un intervento importante da parte del governo. [L8N1JJ2KF]

“Immagino che ci saranno state delle consultazioni”, si limita a rispondere Mion alla domanda se ci potrranno essere ostacoli di tipo regolamentare all‘operazione.

Quanto al tema esuberi i cui costi dovranno essere coperti da un intervento pubblico secondo la proposta Intesa, Mion non ha commentato né ha voluto dare cifre ma si è limitato a prendere dei giudizi positivi espressi ieri sull‘offerta di Intesa dai principali sindacati.

Secondo qualche quotidiano gli esuberi saranno 3.500 che lo Stato si sarebbe impegnato a contribuire con 500 milioni.

Un Cda di Pop Vicenza è in programma martedì prossimo, ma la riunione era stata già convocata da tempo, secondo Mion.

A Piazza Affari, in una seduta di realizzi per i bancari, Intesa Sanpaolo è salita dello 0,7%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below