21 giugno 2017 / 13:13 / 4 mesi fa

Gran Bretagna, le proposte del governo May in vista della Brexit

LONDRA (Reuters) - Il primo ministro britannico Theresa May ha delineato oggi i piani del proprio governo in concomitanza con l‘inizio della trattativa con Bruxelles sull‘uscita del Regno Unito dall‘Ue.

Di seguito un elenco delle principali proposte (e dei principali temi omessi) che emergono dal piano del governo.

BREXIT

Il governo britannico propone:

-- Un “grande decreto di abrogazione” per convertire le leggi Ue in leggi britanniche.

-- Un regime doganale autonomo per il Regno Unito, flessibile per accogliere futuri accordi commerciali e modifiche dei regimi su Iva e accise.

-- Una legge che permetta al Regno Unito di portare avanti una propria politica commerciale indipendente, una volta che il Paese sarà uscito dall‘Ue.

-- Una legge per abrogare la normativa Ue sull‘immigrazione e la libera circolazione, che renda l‘immigrazione dei cittadini Ue soggetta alla legge britannica.

-- Leggi su pesca e agricoltura che permettano al Regno Unito di gestire le proprie acque e sostenere gli agricoltori.

-- Una legge sul nucleare, che stabilisca un nuovo regime regolatorio a seguito dell‘uscita del Regno Unito dall‘Euratom.

ECONOMIA

-- Il governo britannico promette maggiore attenzione alle preoccupazioni della gente sull‘austerità ma conferma le linee guida generali del proprio piano di riduzione del deficit pubblico.

-- Il documento delinea inoltre nuovi progetti infrastrutturali, come la nuova fase della linea ferroviaria ‘High Speed 2’.

-- Ci sarà una legge per formalizzare le modifiche sulla contribuzione all‘Assicurazione Nazionale, annunciate nella Finanziaria dell‘anno scorso e nell‘aggiornamento autunnale al budget.

TARIFFE

-- Il Partito conservatore si è impegnato ad estendere i tetti sulle tariffe energetiche a protezione delle categorie più vulnerabili di consumatori.

-- Il Partito conservatore promette un‘estensione dell‘assicurazione obbligatoria a copertura dei veicoli automatici.

-- Verrà introdotta una norma sulla responsabilità civile per ridurre i premi assicurativi attraverso la diminuzione del costo e del numero delle richieste di danni legati al colpo della strega.

-- Il governo si impegna a varare una stretta sulle spese ingiustificate a carico degli affittuari, introducendo un tetto ai depositi e adottando altre misure per rendere meno caro il mercato degli affitti privati.

QUELLO CHE NEL PIANO NON C‘È

-- Il piano May non fa menzione della proposta di reintrodurre le scuole d‘elite (le cosiddette ‘grammar schools’).

-- Non menziona la proposta per un aumento dei costi sostenuti dagli anziani per l‘assistenza sociale (soprannominata ‘tassa sulla demenza senile’).

-- Il governo ha abbandonato il progetto per la riduzione degli stipendi dei manager e per dare maggior peso ai lavoratori nella definizione delle strategie aziendali.

-- Nessuna menzione alla proposta di trasformazione del Serious Fraud Office (un dipartimento del governo che indaga e persegue i casi più gravi e complessi di frode o corruzione) in una più ampia agenzia nazionale di contrasto del crimine.

-- Nessuna menzione alla controversa proposta di votare uno stop al divieto di caccia alla volpe con cani.

-- Nessuna menzione alla prevista visita di Stato del presidente Usa Donald Trump, attesa per quest‘anno.

(Elizabeth Piper, William James, Kate Holton, Costas Pitas and David Milliken, Alistair Smout)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below