20 giugno 2017 / 14:52 / 5 mesi fa

Vaticano, si dimette a sorpresa il revisore generale Milone

ROMA (Reuters) - Il revisore generale del Vaticano, nominato due anni fa nel tentativo di assicurare trasparenza alle finanze della Santa Sede, si è dimesso ieri con tre anni di anticipo rispetto alla fine del suo incarico.

“Libero Milone ha presentato ieri al Santo Padre le dimissioni dall‘incarico di revisore generale. Il Santo Padre le ha accolte”, annuncia un comunicato della Santa Sede senza fornire dettagli sulle motivazioni.

Il rapporto di collaborazione si è concluso “di comune accordo”, aggiunge la nota precisando che il processo di nomina del successore di Milone “sarà avviato quanto prima”.

Al momento non è stato possibile avere un commento da Milone, 68 anni, ex presidente e AD di Deloitte Italia.

In occasione dell‘insediamento di Milone, il Cardinale George Pell, prefetto della Segreteria per l‘Economia, ha detto che sarebbe stato autonomo, che avrebbe risposto del suo operato solo al Papa e sarebbe stato libero di muoversi in Vaticano per controllare la situazione finanziari e la gestione dei singoli dipartimenti.

Dalla sua elezione nel 2013, Papa Bergoglio ha messo in atto una serie di riforme, inclusa la nomina di un revisore generale, per ripulire le non sempre limpide finanze vaticane, inclusa la ristrutturazione dello Ior, la banca pontificia.

(Philip Pullella)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below