15 giugno 2017 / 10:22 / tra 4 mesi

Alitalia, Gubitosi ai sindacati: combattiamo per non retrocedere

Il commissario di Alitalia Luigi Gubitosi. REUTERS/Remo Casilli

ROMA (Reuters) - Il commissario di Alitalia Luigi Gubitosi ha accolto con una metafora i sindacati a cui questa mattina ha fatto una presentazione dello stato delle cose nella compagnia in amministrazione straordinaria, dicendo che la società sta combattendo per non retrocedere.

Lo riferiscono fonti sindacali presenti all‘incontro svoltosi alla sede della società con Gubitosi e l‘altro commissario Stefano Paleari, da un lato, e Filt-Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e le associazioni professionali Anpac e Anpav dall‘altro lato.

“Non siamo retrocessi, ma ci battiamo ancora per la salvezza”, ha detto ai sindacati il manager per sintetizzare l‘andamento del vettore aereo in amministrazione straordinaria dal 2 maggio.

Come hanno riferito i rappresentanti dei lavoratori al termine dell‘incontro, i commissari hanno indicato le priorità sulle quali si è concentrato il lavoro di queste ultime settimane: l‘intervento di taglio dei costi, a cominciare dai contratti sul carburante e di leasing; quello sul fronte dei ricavi che a maggio ha portato un incremento di 10 milioni di euro, a quota 250 milioni rispetto allo stesso mese del 2016 e a un miglioramento delle prenotazioni sia sul nazionale che sull‘internazionale.

Questa situazione consente di mantenere il livello di liquidità della compagnia a 600 milioni di euro e, quindi, di conservare cassa per la stagione invernale, quando fisiologicamente il traffico si contrae, ha spiegato Gubitosi ai sindacalisti.

Sul versante delle alleanze commerciali, oggi i manager di Alitalia hanno detto che “si sta discutendo con Air France-Klm e Delta sulle rotte del Nord America”, come ha riassunto al termine dell‘incontro Fabrizio Cuscito, sindacalista della Filt Cgil.

Ieri in tarda serata le otto organizzazioni dei lavoratori e la direzione del personale hanno concordato uno slittamento al 31 ottobre 2017 della proroga del contratto di lavoro del personale che è scaduto il 31 dicembre scorso.

Ancora aperta invece la discussione sul ricorso alla cassa integrazione a zero ore per oltre trecento lavoratori, sui 1.358 per i quali l‘azienda ha presentato la domanda per gli ammortizzatori sociali. La questione sarà affrontata domani nel nuovo round in programma al ministero del Lavoro.

I commissari hanno messo in vendita la società e raccolto 32 manifestazioni d‘interesse. Nel corso della discussione odierna hanno detto di puntare ad una vendita in blocco.  

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below