8 giugno 2017 / 14:09 / tra 6 mesi

Legge elettorale, Lega chiede dimissioni Gentiloni, decreto e voto

ROMA (Reuters) - Dimissioni del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, riforma elettorale per decreto e voto anticipato.

Matteo Salvini in una immagine di archivio. REUTERS/Francois Lenoir

E’ ciò che chiede la Lega Nord dopo lo strappo consumatosi oggi in aula alla Camera che, salvo sorprese, ha fatto saltare l‘accordo sulla legge elettorale tra Pd, M5s, Forza Italia e il partito di Matteo Salvini.

“Non crediamo più alla possibilità di ricucire” l‘intesa sulla legge elettorale, ha detto in capogruppo della Lega alla Camera, Giancarlo Giorgetti.

“Gentiloni prenda atto che non c‘è più una maggioranza, si dimetta e chieda a Mattarella di fare un decreto in modo che ci sia una legge elettorale e si possa votare il prima possibile”, ha aggiunto.

Stamani l‘aula ha approvato con voto segreto un emendamento di modifica al sistema di voto del Trentino Alto-Adige contrario a quanto previsto dall‘accordo sul testo tra i quattro partiti.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below