8 giugno 2017 / 09:49 / tra 6 mesi

Banche venete, con risoluzione Fondo tutela depositi avrebbe onere di 11 miliardi

MILANO (Reuters) - Se il tentativo di salvare Popolare Vicenza e Veneto Banca attraverso una ricapitalizzazione precauzionale non dovesse andare in porto, la risoluzione comporterebbe un onere a carico del Fondo a tutela dei depositi, e quindi dell‘intero sistema bancario, di circa 11 miliardi.

Lo riferiscono due fonti a conoscenza della situazione.

Per disinnescare questo rischio, le banche italiane stanno iniziando a valutare la possibilità di un intervento pro-quota per colmare la richiesta da parte della Ue di capitale privato (1,2 miliardi) preliminare all‘intervento dello stato. [nL8N1J50Z2]

L‘operazione, cui starebbe lavorando in prima persona il Ceo di UniCredit Jean Pierre Mustier che avrebbe attivato contatti con il governo e le autorità Ue, richiede però la partecipazione dell‘intero sistema bancario, dice una delle due fonti.

Le due banche venete a fine 2016 avevano 24 miliardi in conti correnti e depositi vincolati.

(Paola Arosio, Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below