31 maggio 2017 / 08:24 / 5 mesi fa

Italia, tasso disoccupazione a minimo 4 anni e mezzo, rallenta inflazione

MILANO/ROMA (Reuters) - Prosegue la fase di lento riequilibrio dell‘economia italiana, che in aprile ha registrato il tasso di disoccupazione più basso da settembre 2012, mentre a maggio l‘inflazione è rientrata dal picco registrato il mese precedente per effetto delle pressioni sui prezzi legate alla Pasqua ed ai ponti festivi.

Lavoratori dell'Ilva a Genova durante l'incontro con il Papa, il 27 maggio. REUTERS/Giorgio Perottino

Secondo i numeri diffusi da Istat, ad aprile il tasso di disoccupazione è sceso a 11,1% da 11,5% di marzo. Quest‘ultimo dato è stato rivisto al ribasso dalla stima iniziale di 11,7%, mentre la mediana delle attese prospettava una lettura a 11,6% in aprile.

Il calo è solo in parte imputabile all‘aumento degli inattivi, cresciuti di 24.000 unità (+0,2%) rispetto a marzo, ma in misura maggiore alla crescita degli occupati, aumentati di 94.000 unità (+0,4% su marzo). Di questi 73.000 sono i dipendenti e 39.000 a tempo permanente.

“Il dettaglio è abbastanza positivo, va segnalato che l‘aumento degli occupati è il più consistente registrato da agosto 2015, quando erano pienamente in vigore gli incentivi per assunzioni a tempo indeterminato”, rileva Paolo Mameli, economista di Intesa Sanpaolo.

Il trend su anno continua ad indicare un aumento dell‘occupazione: rispetto ad aprile 2016 sono 277.000 gli occupati in più.

La crescita più consistente è stata quella dei dipendenti a termine (+225.000) mentre i contratti permamenti sono saliti di 155.000 unità, a fronte di un calo di 106.000 occupati indipendenti. Fermo al 34% il tasso di disoccupazione giovanile, che pur restando elevato, si conferma ai minimi da cinque anni.

Dopo i numeri odierni Mameli ha rivisto al ribasso la stima del tasso di disoccupazione medio per quest‘anno a 11,3% da 11,5%. “C‘è molta volatilità, ma il trend dovrebbe rimanere quello di un calo della disoccupazione, la ripresa del ciclo economico sta proseguendo e la propensione alle assunzioni da parte delle imprese resta buona”, afferma Mameli.

INFLAZIONE ITALIA ALLINEATA A ZONA EURO

Resta il gap con la zona euro, dove il tasso di disoccupazione ad aprile è sceso a 9,3% da 9,5% di marzo. Il tasso di disoccupazione in Italia è circa il doppio di quello tedesco, dove la percentuale delle persone in cerca di occupazione è pari al 5,7%, la più bassa dalla riunificazione nel 1990.

Del resto, la crescita del Pil italiano prevista per quest‘anno dal governo, ovvero 1,1%, è circa la metà di quella suggerita dalla Bce per l‘intera zona euro, come sottolineato dal governatore Ignazio Visco nelle ‘considerazioni finali’ alla presentazione della relazione annuale di Banca d‘Italia.

Più allineata al blocco della valuta unica è la dinamica dell‘inflazione: a maggio, come da attese, l‘indice nazionale dei prezzi al consumo è sceso a 1,4% da 1,9%, picco da oltre quattro anni in aprile, secondo i numeri preliminari forniti da Istat, per effetto del rientro delle componenti - trasporti e servizi ricettivi in testa - gonfiate in aprile dalla Pasqua e dai ponti festivi. Identica la dinamica osservata nell‘area euro, dove le attese erano di un decimo più alte.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below