30 maggio 2017 / 11:07 / tra 7 mesi

Grecia smentisce possibile rinuncia a tranche bailout necessaria a ripagare debito

ATENE (Reuters) - La Grecia ha smentito un quotidiano tedesco secondo cui Atene potrebbe decidere di non ricevere una tranche di finanziamenti prevista dal piano di salvataggio necessaria a ripagare la prossima scadenza del debito (prevista a luglio) se i creditori internazionali non si accorderanno su un alleggerimento del debito.

“Non è vero”, ha detto il portavoce Dimitris Tzanakopoulos a Reuters. “Ci sarà una soluzione il 15 giugno”, ha detto a proposito di un accordo per un miglioramento delle condizioni sul debito.

Atene ha circa 7 miliardi di debito in scadenza a luglio, somma che non potrà pagare senza ricevere una nuova tranche dell‘attuale piano di salvataggio che vale circa 86 miliardi di euro, il terzo da quando è iniziata la crisi del Paese.

La Bild ha scritto oggi che la Grecia potrebbe decidere di rinunciare alla tranche di nuovi finanziamenti e che starebbe mettendo da parte i fondi per prepararsi a questa ipotesi.

Il ministro delle Finanze Euclide Tsakalotos ha detto che il giornale ha distorto il senso delle sue parole e ha spiegato che non è vero che la Grecia sta mettendo da parte soldi per ripagare per suo conto la scadenza del debito.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below