8 maggio 2017 / 12:33 / tra 7 mesi

Legge elettorale, offerta M5s a Pd per Italicum rivisto

ROMA (Reuters) - Il Movimento Cinque Stelle ha proposto oggi al Pd un accordo su una legge con un premio di maggioranza di lista sia alla Camera che al Senato che garantisca la governabilità dopo il voto.

Luigi Di Maio, considerato il candidato premier del M5s. REUTERS/Max Rossi/Files

I due partiti hanno la maggioranza assoluta dei seggi in Parlamento, e i loro leader condividono l‘idea di non fare alleanze con altri gruppi alle elezioni.

“In questo momento vogliamo scrivere queste regole del gioco insieme al partito di maggioranza, il Pd”, ha detto in un‘intervista alla radio Rtl 102.5 Luigi Di Maio, considerato il candidato premier del M5s.

“Il Paese è in grave crisi e non possiamo permetterci per la seconda volte nuove elezioni politiche in cui ancora una volta si partorisce un risultato incerto che porta ad eventuali inciuci ed eventuali grandi ammucchiate”, ha aggiunto il vice presidente della Camera.

Di Maio ha proposto di partire dalla “legge elettorale che ha partorito la Corte Costituzionale alla Camera dei Deputati”, chiedendo al Pd di fare “proposte di correzione nell‘ottica di governabilità”.

“L‘unica cosa che io non toccherei è il premio alla lista”, ha detto ancora l‘esponente del M5s, affermando che i premi alla coalizione possono produrre instabilità: “Come (Romano) Prodi con (Clemente) Mastella o (Silvio) Berlusconi con (Gianfranco) Fini, che poi si sfilano i vari partiti interni e diventa un disastro per la nazione”.

Ieri, nel suo discorso di insediamento dopo la rielezione al vertice del Pd, Renzi ha detto che spetta ai partiti che sostenevano il no al referendum costituzionale dover avanzare una proposta di legge elettorale.

In precedenza il partito di centrosinistra aveva rilanciato il Mattarellum, che però è stato bocciato dalla maggioranza dei gruppi parlamentari; poi ha espresso il sostegno a un proporzionale basato su collegi uninominali e con premio di maggioranza alla lista.

Si attende che la commissione Affari Costituzionali della Camera vari il testo base della possibile legge giovedì prossimo, mentre la discussione approderà in aula il 29 maggio.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below