3 aprile 2017 / 09:37 / tra 7 mesi

Zona euro, Pmi manifattura marzo a massimo da aprile 2011

LONDRA (Reuters) - Il mese scorso le aziende manifatturiere della zona euro hanno faticato a tenere testa alla domanda nonostante un incremento dell‘attività al ritmo più rapido di quasi sei anni.

Germania, rifiniture per una Mercedes classe A nella fabbrica Mercedes Benz di Rastatt. Foto del 22 gennaio 2016. REUTERS/Kai Pfaffenbach/File Photo

La lettura finale del Pmi elaborato da Ihs Markit è salita a 56,2 a marzo, al massimo da aprile 2011, rispetto al 55,4 di febbraio e in linea con la stima ‘flash’.

Il sotto-indice relativo alla produzione è salito anch‘esso al massimo di quasi sei anni a 57,5 da 57,3. La lettura ‘flash’ si era attestata a 57,2.

“La manifattura della zona euro sta evidentemente vivendo un buon momento ma sta anche sperimentando crescenti problemi sotto forma di ritardi nelle consegne e aumento di costi”, ha detto Chris Williamson, capo economista di Ihs Markit.

Il sotto-indice che prende in considerazione i tempi di consegna è sceso a 41,9 da 43,9, al minimo da maggio 2011. Quello dei nuovi ordini è salito nonostante il più rapido aumento dei prezzi dal giugno 2011.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below