21 marzo 2017 / 15:06 / 7 mesi fa

Mediaset-Vivendi, si inasprisce battaglia legale con nuove richieste danni

Mediaset-Vivendi, si inasprisce battaglia legale con nuove richieste danni REUTERS/Stefano Rellandini/File Photo

MILANO (Reuters) - Si ingarbuglia ulteriormente il contenzioso fra Mediaset e Vivendi dopo lo stop all‘acquisizione di Premium da parte del colosso dei media transalpino e la conseguente scalata nell‘azionariato del Biscione.

Nella prima udienza odierna della causa intentata da Mediaset e Fininvest, che chiedono ai francesi l‘esecuzione del contratto e oltre 1,5 miliardi di danni, è emerso che entranbe si sentono danneggiate per la campagna mediatica che le vede contrapposte e per questo hanno depositato una richiesta di risarcimento per danni di immagine e reputazione non ancora quantificata.

Nel dettaglio, spiega una fonte legale a conoscenza del dossier, il primo marzo scorso i legali di Vivendi hanno depositato in tribunale una domanda riconvenzionale di risarcimento danni per diffamazione in merito alla campagna mediatica in corso; mentre, oggi, Mediaset ha presentato una contro richiesta di risarcimento danni per diffamazione a seguito delle dichiarazioni rilasciate dall‘AD di Vivendi, Arnaud de Puyfontaine al Corriere della Sera e di recente a FT.

In un‘intervista al quotidiano di via Solferino lo scorso 16 dicembre de Puyfontaine, in riferimento alla marcia indietro per rilevare Premium, disse: “E’ come se ci avessero invitato a cena in un ristorante a 3 stelle e poi ci siamo ritrovati in un McDonald’s”. Non più tardi di due giorni fa con il Financial Times è ritornato sull‘argomento, parlando di informazioni “ingannevoli” fornite da Mediaset su Premium prima della firma dell‘accordo.

Tecnicamente, precisa una fonte vicina a Vivendi, non si può parlare di denuncia di diffamazione perché si tratta di un reato penale e al colosso francese non risulta una controquerela di questo tipo da parte di Mediaset.

Dall‘udienza odierna è, inoltre, emerso che i legali di Fininvest, principale azionista di Mediaset con il 40% circa del capitale, hanno presentato ai francesi una richiesta di risarcimento per la violazione del patto parasociale allegato al contratto siglato per la compravendita di Premium che prevedeva uno scambio azionario, pari al 3,5% fra i due gruppi, oltre a un lock up di tre anni sulle azioni del Biscione con Vivendi che non poteva superare il 5%. Con acquisti sul mercato i francesi lo scorso dicembre sono arrivati al ridosso della soglia d‘opa pari al 30% del capitale.

A questo punto, il giudice della VIII sezione civile del Tribunale di Milano, Vincenzo Perozziello, si è riservato di decidere sulla procedibilità delle richieste, perché prima ci deve essere un tentativo di riconciliazione fra le parti, e successivamente sarà deciso se inserirle nella causa aperta oggi, hanno spiegato due fonti legali. Al momento non è stata stabilita la data della prossima udienza e i termini per la presentazione delle memorie. Il giudice ha poi deciso di riunificare le due cause e ha chiesto alle parti se avessero obiezioni alla trattazione unitaria delle due cause riferite alla stessa materia.

Per Vivendi era presente l‘avvocato Giuseppe Scassellati Sforzolini dello studio Cleary Gottlieb, per Mediaset Vincenzo Mariconda e per Fininvest Andrea di Porto.

Oltre all‘inchiesta civile, la procura di Milano ha avviato un‘inchiesta penale per presunto aggiotaggio sull‘acquisto delle azioni Mediaset da parte di Vivendi lo scorso dicembre -- e per questo sono indagati il presidente e l‘AD della società francese, rispettivamente Vincent Bolloré e Arnaud De Puyfontaine. Anche l‘Agcom ha avviato un‘istruttoria, essendo Vivendi anche azionista di riferimento di Telecon Italia con poco meno del 25% circa del capitale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below