17 marzo 2017 / 14:29 / 7 mesi fa

Alitalia presenta a sindacati piano da 2.037 esuberi e taglio salari

Un tabellone elettronico a Fiumicino annuncia la cancellazione di una serie di voli per uno sciopero del personale Alitalia, il mese scorso. REUTERS/Remo Casilli

ROMA (Reuters) - Il piano di ristrutturazione di Alitalia prevede 2.037 esuberi tra il personale di terra, e una riduzione degli stipendi di piloti e assistenti di volo fino al 32%.

È quanto hanno annunciato oggi i vertici della compagnia ai sindacati, che hanno proclamato uno sciopero di 24 ore il 5 aprile contro i tagli.

Ai 2.000 esuberi si potrebbero aggiungere altri 400 tagli del personale navigante per cui in agosto scade il contratto di solidarietà, riferiscono i sindacati.

Secondo la compagnia, gli esuberi riguardano lavoratori con contratti a tempo indeterminato e determinato, pari a un taglio del 51% del personale degli uffici e del 20% di quello operativo (non di volo).

La compagnia aerea impiega attualmente 12.500 persone in Italia e all‘estero.

Il piano 2017-2021, approvato martedì dal cda e presentato ieri al governo, prevede “la necessità di un taglio delle retribuzioni dei piloti compreso tra il 22 e il 28%” e una riduzione del 32% degli stipendi degli assistenti di volo, ha riferito Emiliano Fiorentino, segretario nazionale di Filt Cisl.

“Non è un piano di sviluppo perché ha solamente tagli, sia ai costi che agli aeromobili quindi è un piano di sopravvivenza più che di sviluppo e rilancio. Così non è accettabile”, ha aggiunto.

Secondo l‘AD della ex compagnia di bandiera, Cramer Ball, “le misure relative al personale sono dolorose, ma necessarie, insieme alla riduzione di altri costi operativi, per stabilizzare la situazione finanziaria della compagnia e garantirne la sostenibilità di lungo termine”.

Per tornare alla profittabilità rispetto alle attuali perdite di 500 mila euro giornalieri, Alitalia punta a un taglio totale dei costi di 1 miliardo entro il 2019, di cui un terzo legato a lavoro e produttività.

Tra i segnali positivi, secondo una nota della compagnia, l‘ingresso in flotta di sei nuovi aeromobili di lungo raggio tra il 2019 e il 2021, 10 nuove rotte di lungo raggio tra il 2017 e il 2021 e fino a 500 nuove assunzioni fra piloti ed assistenti di volo dal 2019.

I nuovi velivoli di lungo raggio “dovevano essere 24-25, oggi ci hanno comunicato che saranno meno di 8. Rimane sempre una compagnia aerea con pochi aerei di lungo raggio che non potrà prendersi la fetta di mercato che loro vogliono”, nota invece Fiorentino.

Già per il 20 marzo era previsto uno sciopero dei controllori di volo di alcune sigle che comporterà, ha annunciato Alitalia, la cancellazione del 40% dei voli sia nazionali che internazionali.

(Agnieszka Flak e Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below