10 marzo 2017 / 12:55 / tra 9 mesi

Ue pensa a misure per bloccare takover stranieri di aziende strategiche

BRUXELLES (Reuters) - L‘Unione europea programma misure per bloccare investimenti esteri “politicamente motivati”, dopo che Germania, Francia e Italia hanno chiesto di agire contro takeover nei settori che potrebbero danneggiare interessi strategici dell‘Europa.

La sede della Commissione Europea a Bruxelles. Foto dello scorso 1 marzo. REUTERS/Yves Herman

La proposta potrebbe dare all‘Ue, che ora può già bloccare le acquisizioni in base alle regole antitrust, il potere di esaminare “investimenti nell‘Ue di importanza strategica sia da una prospettiva economica che di sicurezza”.

La proposta potrebbe includere difesa, infrastrutture per trasporti e tecnologie di importanza strategica e potrebbe essere estesa ad accordi che mettono a rischio una vagamente definita “prosperità economica”, secondo la bozza vista da Reuters del dipartimento dell‘Industria della Commissione Ue.

Il documento fa diversi riferimenti alla Cina, citando -- come un ipotetico esempio di accordo non desiderabile -- una società che riceve fondi dal governo cinese per comprare un‘impresa europea per una “penetrazione strategica del mercato Ue”.

La Germania si sta facendo sentire dopo una serie di takeover cinesi sulle sue società tecnologiche. L‘acquisizione da parte della società di home application Midea del produttore tedesco di robot Kuka è solo una delle intese raggiunte dai cinesi lo scorso anno, per un valore totale di oltre 10 miliardi di dollari, circa 40 volte il valore del 2015, secondo i dati Thomson Reuters.

In base alla proposta, l‘Ue potrebbe bloccare il takeover di una società la cui motivazione sia “solo per lo scopo di liberarsi suo eccesso di capacità”, cosa che potrebbe includere settori come quello dell‘acciaio, nel quale l‘Europa accusa la Cina di dumping.

Il meccanismo di blocco si potrebbe anche applicare a takeover delle società Ue di una controllata europea di un‘azienda straniera, o anche in caso di “infiltrazioni del management con individui di paesi non Ue” che potrebbero accedere a dati e tecnologie, si legge ancora nel documento.

Il piano deve avere l‘ok di tutti i dipartimenti della Commissione, compreso il commercio, che sono normalmente meno favorevoli a misure protezionistiche. Gli stati Ue e il parlamento europeo devono poi adottare la proposta.

Per evitare un‘eccessiva concentrazione di potere a Bruxelles mentre cresce l‘euroscetticismo, il piano suggerisce che gli stati Ue mantengano il diritto a consentire o negare il takeover anche dopo la valutazione Ue.

(Francesco Guarascio)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below