23 febbraio 2017 / 18:09 / tra 8 mesi

Pa, Madia: governo approva ultimi decreti riforma

Il ministro per la Funzione pubblica, Marianna Madia. REUTERS/Remo Casilli

ROMA (Reuters) - Il consiglio dei ministri ha approvato oggi in prima lettura gli ultimi decreti attuativi della riforma della pubblica amministrazione dedicati al superamento del precariato e a nuove regole per il lavoro pubblico.

Lo ha annunciato oggi il ministro per la Funzione pubblica, Marianna Madia, spiegando che in tutto i decreti legislativi messi a punto in tre anni sono 20.

Per tentare di sanare il problema del precariato, il governo pensa a un piano straordinario di assunzioni, attraverso concorsi interni, per chi ha maturato almeno tre anni di lavoro anche non continuativo, inoltre dovrebbero scomparire i co.co.co.

“In questi anni non si sono fatti concorsi e molto spesso su funzioni ordinarie si sono trovate persone con contratti temporanei che si sono trasformati in precariato strutturale”, spiega Madia.

Il governo punta a stabilizzare circa 50.000 precari, secondo quanto annunciato in una intervista dal ministro. In totale i dipendenti della Pa sono circa 3 milioni.

Quanto al rinnovo del contratto, Madia ha richiamato l‘accordo di fine novembre con i sindacati per un aumento di 85 euro mensili, con uno stanziamento di 900 milioni nel 2017 e 1,2 miliardi nel 2018. Risorse, ha detto oggi il ministro, saranno stanziate nella prossima Finanziaria.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below