21 febbraio 2017 / 08:26 / tra 10 mesi

Borsa Milano in rialzo con petroliferi e auto, cade Mediolanum

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in moderato rialzo una seduta che conferma il trend positivo che ha caratterizzato sinora il 2017.

Un trader a lavoro. REUTERS/Ralph Orlowski

Se l‘anno scorso era stato segnato dai finanziari, nel bene (raramente) e nel male (spesso), i mesi di gennaio e febbraio vedono l‘impronta della ripresa delle quotazioni del greggio e dal conseguente ritorno del denaro sugli energetici.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,34% e l‘AllShare lo 0,14%, mentre il Mid Cap ha perso lo 0,85%. Volumi per un controvalore di circa 2,1 miliardi di euro.

Lo Stoxx 600 ha terminato con un rialzo dello 0,66%.

Infiammati dalle posizioni lunghe adottate dagli hedge fund e dai tagli alla produzione, i prezzi del greggio hanno sostenuto i petroliferi: ENI +2,32%, SAIPEM +0,43% e TENARIS +2,8%. Fuori dal paniere principale, in evidenza GAS PLUS (+2,84%).

Restando agli energetici, spunti per le utilities (A2A +0,79%, ITALGAS +0,58% ed ENEL +0,2%). E per i business regolamentati: TERNA +1,09%.

Al galoppo PRYSMIAN (+2,63%) dopo aver annunciato un contratto da 300 milioni.

Automotive in linea con il paniere europeo (+1,29%): FIAT CHRYSLER +0,19%, CNH INDUSTRIAL +0,97%, FERRARI +1,06%, EXOR +0,15% e BREMBO +2,06%. Tra le mid cap, bene SOGEFI (+2,45%) e CARRARO (+1,59%).

Banche deboli: il paniere è sceso dell‘1%. UNICREDIT, sempre sotto pressione per via dell‘aumento di capitale, ha lasciato sul terreno l‘1,49%. Peggio BANCO BPM: -3,14%.

BANCA MEDIOLANUM è precipitata (-6,73%) nel tardo pomeriggio dopo la pubblicazione dei conti e, soprattutto, le parole dell‘AD Massimo Doris sul 2018.

In scia, nel settore del risparmio gestito, AZIMUT (-3,08%) e ANIMA HOLDING (-2,78%).

Tornando alle banche, fuori dal paniere principale, pesanti CARIGE (-3,34%), BANCA SISTEMA (-4,35%), CREDITO VALTELLINESE (-2,98%) e CREDITO EMILANO (-2,95%).

Per il resto, in denaro BUZZI UNICEM (+2,58%), RECORDATI (+1,76%), STMICROELECTRONICS (+1,25%), SALVATORE FERRAGAMO (+1,22%) e MEDIASET (+1,17%).

Tra le mid cap, MONDADORI galvanizzata (+10,82%) dalle previsioni al 2019.

Il mercato sembra puntare su una vittoria della JUVENTUS (+2,45%) nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions League: domani sera i bianconeri affronteranno il Porto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below