17 febbraio 2017 / 11:50 / tra 8 mesi

Grecia, Berlino: no progressi per accordo lunedì, presenza Fmi indispensabile

BERLINO (Reuters) - La Grecia e i creditori internazionali hanno fatto passi avanti nella valutazione del rispetto dei termini dell‘accordo di salvataggio ma non ancora abbastanza da consentire di arrivare ad una conclusione lunedì.

Lo ha detto una portavoce del ministero delle Finanze tedesco, sottolineando come il governo non abbia cambiato idea sulla necessità di una partecipazione del Fondo monetario internazionale al piano di assistenza finanziaria.

“Stiamo sentendo che c‘è un buon progresso dei negoziati tra le istituzioni e passi avanti nei negoziati con la Grecia. Abbiamo una convergenza, ma non siamo tecnicamente al punto di poter arrivare ad una decisione finale sulla conclusione della verifica”, ha detto la portavoce nel corso di un regolare briefing con la stampa.

“Abbiamo sempre detto che la partecipazione del Fmi è indispensabile”, ha sottolineato. Manfred Weber, deputato tedesco al Parlamento Ue e capogruppo dei popolari, in settimana aveva definito “non più cruciale” il ruolo del Fmi, che dovrebbe essere lasciato fuori - secondo l‘esponente conservatore - se continuasse a richiedere un taglio del debito.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below