3 febbraio 2017 / 07:47 / 9 mesi fa

Cina, banca centrale alza tassi a breve su prestiti e repo

PECHINO (Reuters) - La banca centrale cinese (Pboc) ha alzato stamane, con una mossa a sorpresa, i tassi sulle operazioni a breve di prestito e repo, offrendo un nuovo segnale di progressiva stretta del proprio orientamento monetario a fronte delle indicazioni di stabilizzazione che giungono dall‘economia del Paese.

La sede della Banca Popolare di Cina (la banca centrale) a Pechino. Foto del 20 novembre 2013. REUTERS/Jason Lee/File Photo

Lo ha annunciato l‘istituto centrale, con due distinti comunicati.

Resta invariato il tasso principale.

Per le ‘standing lending facilities’, l‘incremento dei tassi è al 3,1% dal 2,75% per le operazioni overnight, al 3,35% dal 3,25% per quelle a sette giorni, al 3,7% dal 3,6% per quelle a un mese.

Per quel che riguarda il repo, l‘incremento dei tassi è di 10 punti base: al 2,35% dal 2,25% per le operazioni a sette giorni, a 2,50% da 2,40% per quelle a 14 giorni e a 2,65% da 2,55% per quelle a 28 giorni.

La variazione dei tassi è effettiva, in entrambi i casi, da oggi.

Per quanto modesto, l‘incremento segnala la volontà delle autorità cinesi sia di contenere il deflusso di capitali sia di tenere sotto controllo i rischi sul sistema finanziario generati da anni di politiche di stimolo tramite il debito.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below